Cronaca

Blitz ad Altavilla Silentina in una casa di anziani: animali maltrattati e degrado

Il blitz è stato portato a segno nella frazione di Borgo Carillia, a seguito di segnalazioni presentate da diversi cittadini

Animali chiusi in gabbia, alcuni malati, condizioni igienico sanitarie pessime e degrado. Davvero uno scenario drammatico quello scoperto ieri all’interno di un’abitazione di Altavilla Silentina dove vivono una coppia di ottantenni.

Altavilla Silentina, animali maltrattati e degrado in una casa di anziani

Il blitz, come riporta “La Città“, è stato portato a segno nella frazione di Borgo Carillia, a seguito di segnalazioni presentate da diversi cittadini. Gli stessi hanno riferito di azioni di maltrattamento di cani detenuti dall’anziano. Si tratta di cani da caccia, attività praticata dall’uomo, vista l’età, probabilmente in passato.

L’operazione è stata effettuata dalla polizia locale diretta dal comandante Biagio Carrano, dai carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Emanuele Amoruso, e dalle guardie ecozoofile dell’Anpana, coordinate da Luigi Carrozza.

Le indagini

Nel corso degli accertamenti, effettuati anche con l’ausilio del personale del servizio veterinario dell’Asl, sono stati rinvenuti cinque cani. Gli animali erano detenuti in gabbia sporchi e in condizioni igienico sanitarie pessime. Due sono risultati malati di leishmaniosi e rogna. Tutti erano senza microchip.

Ma non erano gli unici animali presenti nell’area esterna all’abitazione. Erano stati rinchiusi in gabbie anguste anche una quaglia, una faraona, un fagiano. I volatili sono stati sequestrati e presi in custodia dai veterinari Asl per essere sottoposti a cure.

Durante i controlli l’anziano, restio a collaborare con le forze dell’ordine, ha accusato anche un malore. Si è però ripreso senza ulteriori conseguenze. Da quanto risulta l’anziano nei giorni scorsi era stato denunciato per minacce e i carabinieri avevano proceduto al sequestro di alcune armi, fucili da caccia, e un discreto quantitativo di cartucce. Le armi erano regolarmente detenute dall’uomo.

Il provvedimento

I cani sono rimasti nell’abitazione che, nei prossimi giorni, sarà sottoposta a nuovi controlli soprattutto dal punto di vista ambientale ed igienico sanitario. Della situazione di forte degrado in cui vivono i due anziani coniugi, sono stati avvisati anche i servizi sociali del Comune, diretto dal sindaco Antonio Marra. Il primo cittadino, dopo le segnalazioni, aveva sollecitato i sopralluoghi e le verifiche necessarie. L’anziano rischia una denuncia per maltrattamento di animali.

Fonte: La Città

Foto di repertorio

Articoli correlati

Back to top button