Cronaca

Battipaglia: centro cittadino nel mirino dei ladri

BATTIPAGLIA. Ancora un colpo a danno delle gioiellerie del centro di Battipaglia. L’altra notte, intorno alle 3.30, quattro persone a volto coperto hanno tentato di svaligiare la gioielleria Alexander di via Roma. Fortunatamente, i malviventi hanno potuto solo creare i danni alla serrata e alla vetrina interna: l’allarme li ha messi in fuga prima che potessero rubare qualcosa. Pochi minuti e nè i carabinieri nè le guardie giurate li hanno acciuffati: i ladri sono fuggiti a bordo di una Bmw, risultata rubata. Sul posto, hanno lasciato alcuni attrezzi da scasso che sono serviti per forzare la serranda, una vetrina e una cassetta di sicurezza esterna.
Il titolare della gioielleria, Antonio Inverso, ha presentato denuncia ai carabinieri, contro ignoti, per tentato furto.
Consegnando anche la registrazione del sistema di videosorveglianza interno del negozio, in cui si vedono i ladri in azione e la targa dell’auto utilizzata per la fuga. Sarà difficile individuarli, giacché i malviventi hanno agito a volto coperto.

Una strada nel mirino.

Si tratta dell’ennesimo furto – riuscito o meno – che si registra in gioiellerie del centro di Battipaglia, in particolare su via Roma.
Quattro mesi fa, i ladri presero di mira la gioielleria Graziani di via Domodossola e lo scorso anno fu svaligiata la gioielleria Viola di via Mazzini, per un danno di circa 100mila euro. Senza dimenticare che negli ultimi mesi sono stati derubati anche tabacchi, bar, negozi d’abbigliamento, appartamenti e persino le auto di bagnanti sulla fascia costiera.
Una pericolosa escalation di furti che tiene in apprensione le attività del centro. «Bisogna aumentare la sicurezza in questa città – commenta Antonio Inverso, titolare della gioielleria Alexander – non è possibile che ogni quattro mesi ci sia un furto ad una gioielleria, un tabaccaio o altre attività dove si possano trovare oggetti di valore.
Io sono stato fortunato perché i ladri non sono entrati all’interno della mia gioielleria, messi in fuga dall’allarme».

La preoccupazione è crescente e colpisce i titolari di tutte le gioiellerie del centro.

Sabato Di Feo, titolare dell’omonima gioielleria su via Roma, ammette che «la paura ci perseguita. Dobbiamo
convivere da tempo con il timore di essere derubati o, ancora peggio, rapinati. Di fronte ai furti siamo tutti abbastanza tutelati da sistemi di allarme, ma ciò che davvero preoccupa è la rapina. Negli ultimi tempi, la situazione sembra essere peggiorata. Si vedono troppe facce brutte in giro». Il titolare di un’altra gioielleria della zona, che preferisce restare anonimo, aggiunge: «I furti stanno aumentando ed ogni commerciante prova a tutelarsi con sistemi d’allarme e di videosorveglianza.
Molto spesso, però, questi sistemi non bastano. Vorremmo tutti un maggiore controllo delle forze dell’ordine. Stiamo assistendo a un incremento della criminalità a Battipaglia».

L’altra notte, intorno alle ore 3, si è registrato un altro furto in via Spineta, presso tre abitazioni. Una banda esperta, che ha agito in maniera indisturbata, ha portato via attrezzi e macchine da lavoro, oggetti di valore e due biciclette.
Per un bottino totale stimato di circa tremila euro. Anche in questo caso, i proprietari delle abitazioni, che hanno preso coscienza dei furti solo al risveglio, hanno presentato denunce ai carabinieri.

Articoli correlati

Back to top button