Cronaca

Battipaglia, Ciclolonga a rischio “infiltrazioni politiche”

BATTIPAGLIA. La commissione straordinaria sposta la Ciclolonga: le due ruote potrebbero avvantaggiare candidati a sindaco o al consiglio. La 40esima edizione della tradizionale passeggiata in bici per le strade di Battipaglia, organizzata per il 2 giugno – a tre giorni dal voto – secondo la triade commissariale avrebbe avuto la possibilità di influenzare la popolazione. La Ciclolonga si terrà il 26 giugno, dopo l’eventuale ballottaggio.

La passeggiata e l’evento serale in piazza attireranno di certo migliaia di persone. Al punto che, secondo la commissione straordinaria, la doppia manifestazione avrebbe potuto far pendere l’ago della bilancia elettorale su qualche candidato. Un rischio che i commissari hanno preferito non correre. Nei giorni scorsi hanno convocato Lucio Rossomando, organizzatore della Ciclolonga, per chiedere di procrastinare l’evento alla prima data utile post elettorale: il 26 giugno, appunto. Rossomando non ha potuto fare altro che accogliere l’invito, nonostante le difficoltà che ci saranno per chiedere agli artisti e agli ospiti annunciati di modificare la data, e all’intera macchina organizzativa di ritararsi.

«Come sempre, il grande evento era previsto per il 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica scelto proprio dalla gestione commissariale tre anni fa per accoppiare la manifestazione simbolo della città alla Festa della Repubblica – dice Rossomando – Quest’anno, però, il 2 giugno è una data troppo vicina alle amministrative. Nonostante la macchina organizzativa sia già partita da tempo, vista la delicatezza delle elezioni che giungono dopo lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche del Consiglio, la commissione straordinaria, dovendo far rispettare dei canoni ben precisi, mi ha chiesto di spostare tutto al 26 giugno». Aggiunge Rossomando: «accogliendo l’invito dei commissari, sono stati rinviati al 26 giugno gli eventi organizzati da Radio Castelluccio per la Ciclolonga e per la serata di celebrazione dei 40 anni di vita dell’emittente battipagliese.

La concomitanza con il periodo elettorale di due manifestazioni di così grande risonanza, non solo locale vista la presenza delle radio campane e di artisti nazionali e, nel caso della Ciclolonga, per l’enorme numero di partecipanti, ha trovato la concorde disponibilità al rinvio proprio per evitare inopportune e strumentali ingerenze». Secondo l’organizzatore «non sarà la semplice Ciclolonga perché è la 40esima edizione e quindi, vista la presenza di ospiti di grande rilievo, è previsto uno straordinario afflusso di persone».

La sera del 26 giugno, dopo la Ciclolonga, si terrà il “Festival Radio Show”, il primo festival delle radio campane con la presenza delle radio locali e regionali in un mega stand a forma di Castelluccio. Tra gli ospiti, Natalie Caldonazzo, l’orchestra del tour Capitani Coraggiosi, il comico Paolo Caiazzo e gli artisti di Made in Sud. Quelli che i latini chiamavano “panem et circenses”, ancora oggi, avrebbero la capacità di coinvolgere emotivamente gli elettori, al punto da modificare gli ideali politici e scegliere i candidati in base ad una festa di massa. Almeno secondo la commissione straordinaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button