Cronaca

Battipaglia, denuncia in Procura per Capo Staff e Addetto Stampa

BATTIPAGLIA. L’opposizione annuncia una eventuale denuncia alla Procura per gli avvisi pubblicati per l’assunzione del Capo Staff e dell’Addetto Stampa della sindaca.

Su questa questione, che si apprende dai giornali di oggi, è intervenuto il capogruppo di Forza Italia Valerio Longo.

«Vogliono che questa amministrazione subisca il ricatto di chi fa politica solo attraverso i ricorsi – afferma il capogruppo di Forza Italia Valerio Longo -. E’ l’annuncio dell’ennesima denuncia alla Procura che un’opposizione poco attenta ai problemi della città ha intenzione di fare con il solo obiettivo di intralciare l’azione amministrativa: ora tocca agli avvisi per la selezione e la nomina del capo staff e dell’addetto stampa. Avvisi stilati nei termini di legge, emessi da tutti i comuni d’Italia e a carattere fiduciario come per tutti gli staff. Più che rivendicare la linearità e la correttezza formale e sostanziale dell’attività posta in essere dall’amministrazione è utile stigmatizzare il comportamento di una opposizione che sino ad oggi non ha mai avanzato alcuna proposta nell’interesse della collettività.  In pochi mesi abbiamo ricevuto tre ricorsi da chi sa utilizzare come metodo solo quello della minaccia e della ritorsione. È questo il clima che abbiamo sempre denunciato. Chi utilizza questi metodi si augura che l’amministrazione vada a casa. Siamo spiacenti, abbiamo agito e agiremo sempre nel solco ben tracciato della legalità. Resterete molto delusi. Non ci fermeranno il folklore politico da baraccone o chi si riempie la bocca invocando continuamente l’intervento della Procura. Noi tiriamo dritti per riportare questa città alla normalità, in un clima che continua ad essere pesante per le continue ed asfissianti pressioni che ancora una volta mirano a diffondere il terrorismo psicologico della brutta fine che ci toccherebbe, della galera, della Procura. Il vaso è colmo: la gente lo percepisce ed è sempre più vicino a questa amministrazione. Battipaglia non è più una città isolata, terra di conquiste. Ha ripreso a essere la capitale della Piana del Sele, i cittadini meritano maggior rispetto da chi, in maniera triviale, tenta in ogni modo di seppellire la cultura del fare, del fare bene. Siamo stanchi di questi metodi e denunceremo noi, questa volta, il clima ritorsivo rivolto all’amministrazione Francese. Lo abbiamo detto in campagna elettorale “Noi non abbiamo paura”».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button