Battipaglia, illuminazione affidata ai privati. Pmi Salerno: «spreco enorme»

illuminazione pubblica, illuminazione

BATTIPAGLIA. Il sindacato delle piccole e medie imprese si scaglia contro l’amministrazione comunale di Battipaglia sul progetto di privatizzazione della gestione della pubblica illuminazione. Dopo una riunione con diversi commercianti, compreso un gruppo di dirigenti battipagliesi di un sindacato (Confcommercio) presente in Camera di Commercio che hanno aderito in blocco a Pmi Salerno, nell’attesa dell’assemblea che […]

BATTIPAGLIA. Il sindacato delle piccole e medie imprese si scaglia contro l’amministrazione comunale di Battipaglia sul progetto di privatizzazione della gestione della pubblica illuminazione.

Dopo una riunione con diversi commercianti, compreso un gruppo di dirigenti battipagliesi di un sindacato (Confcommercio) presente in Camera di Commercio che hanno aderito in blocco a Pmi Salerno, nell’attesa dell’assemblea che nominerà il presidente su Battipaglia, a parlare è direttamente il presidente provinciale Massimo Coppola (nella foto), il quale in giornata ha mandato una nota all’attenzione del sindaco e dei consiglieri comunali.

massimo coppola

Pmi ha chiesto più attenzione per le problematiche delle piccole e medie imprese, lanciando anche un allarme: «creare illuminazione pubblica mediante i privati che vincolano il Comune economicamente per oltre venti anni è uno spreco inutile e segnala anche una forte incompetenza da parte di chi ha proposto tecnicamente tale progetto.

Il Comune di Battipaglia aderisce al Patto dei Sindaci, elemento essenziale per accedere ai fondi europei, quindi può tranquillamente ottenere la quasi totalità dei costi per l’illuminazione pubblica a fondo perduto, portando dei benefici economici e lavorativi per diversi anni. Il risparmio può essere utilizzato per rispondere alle esigente del Commercio che risente degli anni di commissariamento dove hanno subito una forte penalizzazione».

«Il sindacato Pmi Salerno si mette totalmente a disposizione anche della comunità battipagliese dando una consulenza gratuita al fine di trovare la soluzione per accedere direttamente a fondi europei, diretti ed indiretti, che diano un contributo importante alla zona – continua il presidente Coppola – non possiamo vedere ulteriori sprechi segno di impreparazione, ci auguriamo di essere ascoltati, in quanto non servono diatribe ma soluzioni e noi le portiamo anche gratuitamente, attendiamo un incontro per la discussione del problema».

TAG