Politica

Battipaglia, Valerio Longo sulla vicenda Asi: «diffuse inesattezze»

BATTIPAGLIA. Il consigliere comunale di maggioranza, in quota Forza Italia, Valerio Longo, ha diffuso una nota circa la vicenda Asi che lo ha riguardato in prima persona durante l’ultimo consiglio comunale. Secondo il capogruppo di Forza Italia, sono state diffuse inesattezze.

«In primo luogo bisogna smentire che l’uscita del Comune di Battipaglia dall’ASI sia da “completare” sotto il profilo delle competenze istruttorie e dei Nulla Osta. L’ASI – afferma Longo – col nostro territorio non c’entra più nulla e le sentenze DEFINITIVE del Consiglio di Stato nel 2011 e della Corte di Cassazione del 2013 hanno chiuso la vicenda. Qualcuno, leggendo in modo distorto la Sentenza del Consiglio di Stato, vuol far ritenere che non essendo stati approvati i piani particolareggiati, restando in vigore le norme ASI, incomberebbe anche la competenza del Consorzio. NON è VERO. La sentenza è chiarissima. Il Comune dovrà applicare la normativa di attuazione del Piano ASI, approvata all’epoca anche dal Consiglio Comunale di Battipaglia. Ma questo non significa affatto che all’ASI compete ancora l’istruttoria e il N.O.

Pertanto anche a chi va dicendo che si applicano al nostro territorio le recenti normative modificate dall’ASI diciamo con forza che sbaglia e se sbaglia in mala fede è perché vuole danneggiare gli imprenditori e lo sviluppo occupazionale ed economico della nostra città. Fintanto che non redigiamo il nostro nuovo Piano Urbanistico, valgono le norme edilizie fissate dalla normativa che il Comune condivise all’epoca con l’ASI, senza che ciò possa intendersi quale immanente competenza anche del Consorzio ASI nel merito delle approvazioni e delle istruttorie delle istanze di insediamento o di modifica dell’esistente. C’è da completare un percorso conseguente alla uscita dall’ASI e riguarda la consegna della proprietà delle aree e delle infrastrutture del territorio sottoposto allo sviluppo ASI, ma questo NULLA centra con la gestione delle pratiche e dei provvedimenti edilizi ed urbanistici. Al proposito sarà utile intavolare con il Consorzio ASI una trattativa che potrà essere proficua e celere atteso che il nuovo presidente, il dott. Antonio Visconti, è un giovane corretto e valente professionista della nostra terra.

Chiarito ciò, – prosegue il capogruppo di Forza Italia – bisogna affermare con forza che le norme e gli indirizzi politici sono esclusivo appannaggio del Consiglio Comunale e il Consiglio Comunale si è più volte espresso in materia chiarendo che il Territorio comunale è oramai di competenza esclusiva dell’amministrazione Battipagliese per quanto riguarda la gestione edilizia e urbanistica. Chi e quanti operano e/o opereranno in attuazione delle determinazioni assunte dal Consiglio Comunale in modo distorto devono/dovranno essere censurati, anche mediante l’allontanamento dell’incarico. Vigileremo affinché la burocrazia comunale, (il SUAP e l’Ufficio Tecnico), adempia correttamente ad ogni istruttoria.

È gravissimo sentire affermare che l’Ufficio comunale ha più volte cambiato orientamento circa i pareri e i permessi di costruire chiedendo ai privati, da ultimo, di dotarsi di N.O. ASI. È altrettanto grave non rendersi conto che il danno che si sta provocando alle imprese potrà essere causa di richieste di risarcimento milionarie oltre che essere un freno all’economia, all’occupazione e allo sviluppo economico. Chi vuole speculare non avrà più spazio in questa città. Se dovessero proseguire questi atteggiamenti sapessero che non mancheremo di agire di conseguenza, utilizzando gli strumenti che ci sono conferiti dal mandato elettorale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button