Bellizzi, estorsione alla farmacia Pellegrino: i Bisogni a processo

bellizzi

Minacciarono il titolare della farmacia Pellegrino di Bellizzi ed un suo collaboratore per avere in cambio un posto di lavoro

Minacciarono il titolare della farmacia Pellegrino di Bellizzi ed un suo collaboratore per avere in cambio un posto di lavoro. La “bussata” avvenne nel nome de boss.

Estorsione alla farmacia Pellegrino di Bellizzi

Per quella tentata estorsione sono stati rinviati a giudizio Enrico Bisogni e il fratello Michele e Aldo Antonio Bisogni, figlio di un altro germano. I tre, il prossimo 4 novembre compariranno dinanzi ai giudici della prima sezione penale del tribunale di Salerno. A
disporre il rinvio a giudizio è stato, ieri mattina, il giudice per le udienze preliminari Mariella Zambrano che ha accolto la richiesta del
pubblico ministero della Direzione Investigativa Antimafia Marco Colamonici. Tutti e tre sono accusati di concorso in tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

 

TAG