Economia

Bitcoin e le sue previsioni: perdite potrebbero finire sotto quota 42.500 dollari

La criptovaluta più famosa in tutto il mondo, Bitcoin, non è stata in grado di andare oltre la soglia che viene chiamata di resistenza

La criptovaluta più famosa in tutto il mondo, ovvero Bitcoin, per l’ennesima volta non è stata in grado di andare oltre la soglia che viene chiamata di resistenza, che è pari a 45,5 mila dollari contro il dollaro americano. Bitcoin si è dimostrato in calo e resta ancora in pericolo, ovvero quello di subire ancora altre perdite per finire sotto quota 42500 dollari.

I motivi per cui Bitcoin potrebbe scendere sotto quota 42,5K

Bitcoin ha provato a praticare un’ulteriore rottura al rialzo, per andare oltre la soglia dei 45500 dollari, ma non è stata in grado di compiere l’impresa. Il prezzo, attualmente, è oggetto di scambio al di sotto della quota pari a 43500 dollari, mentre la media mobile semplice è pari a 100 ore.

Da notare come si è verificata un’altra rottura sempre sotto rispetto alla soglia di tendenza rialzista chiave, con un supporto che si aggira intorno a quota 43,5 mila dollari in riferimento al grafico orario che è legato alla coppia BTCUSD. Ebbene, pare proprio che la coppia in questione potrebbe subire un ulteriore calore nel caso in cui si verificasse una mossa al di sotto rispetto alla quota di supporto pari a 42500 dollari.

Le trading pairs nel mondo delle criptovalute

Le trading pairs, meglio conosciute come coppie valutarie, si possono considerare uno dei sistemi maggiormente efficaci mediante i quali c’è la possibilità di ottenere degli ottimi guadagni. Le coppie valutarie, infatti, si caratterizzano per descrivere uno scambio che intercorre tra una tipologia ben precisa di valute digitali, ovvero il Bitcoin in questo caso, e un’altra valuta, ad esempio il dollaro americano. Quindi, non si scambia denaro contante tramite le valute classiche, ma c’è la possibilità di scambiare una criptovaluta con una valuta tradizionale oppure con una seconda valuta digitale.

Il tasso di cambio BTC/USD

Questo tasso di cambio ha ad oggetto il Bitcoin e i dollari americani. Le valute digitali sono estremamente famose per il fatto di essere caratterizzate da un alto livello di volatilità, mentre il dollaro americano si può considerare come una delle valute flat maggiormente scambiate a livello internazionale. Quindi, è facile intuire come la coppia tra Bitcoin e dollaro americano corrisponde alla coppia crypto-flat maggiormente diffusa e apprezzata in tutto il mondo e si può ritenere un vero e proprio gold standard per quanto concerne il mercato delle valute digitali, visto che mette a disposizione indicazioni ben precise circa il trend dei prezzi e la loro direzione.

In questa coppia, il Bitcoin, volato a novembre 2021 sopra quota 67 mila dollari, rappresenta la valuta di base, mentre invece il dollaro a stelle e strisce rappresenta la valuta di quotazione. Giusto per fare un esempio, nel momento in cui il prezzo della coppia tra BTC e USD è pari a 3.100, vuol dire semplicemente che sarebbero necessari 3.100 dollari americani per poter comprare un Bitcoin.

Quali sono gli organismi che possono influenzare questa coppia

Come si può facilmente intuire, l’organo più importante che può andare a condizionare, in maniera anche decisamente effettiva, la coppia tra Bitcoin e il dollaro americano, rappresenta la Federal Reserve a stelle e strisce. Quest’ultima, infatti, può vantare il mandato sulla valuta flat più potente, ovvero il dollaro. È la FED, ad esempio, a diffondere le proprie decisioni circa i tassi ben otto volte durante un anno: si tratta di eventi a cui gli investitori dovrebbero sempre prestare la massima attenzione.

Un incremento dei tassi, ad esempio, porterebbe una notevole pressione sul prezzo di questa coppia al ribasso, mentre una diminuzione dei tassi garantirebbe trend positivi a questa coppia. I titoli di valore andranno ad aumentare il valore del BTC/USD, mentre i titoli scarsi comporteranno un effetto opposto.

Articoli correlati

Back to top button