Senza categoria

Bollette, ritardi nei pagamenti: ecco cosa può succedere

Il portale “QuiFinanza”, ci spiega in maniera dettagliata cosa può accadere se si paga in ritardo la bolletta della luce o del gas. Secondo quanto riportato dalle nuove regole in materia, se un cliente (che detiene un contratto con l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico) effettua il pagamento dopo la scadenza del termine, il fornitore potrà chiedere gli interessi di mora, riferiti ai giorni di ritardo del pagamento. Questi ultimi saranno applicati con un tasso d’interesse pari al riferimento indicato dalla BCE aumentato del, es: se il tasso di riferimento è al 2% ad esempio, il tasso di mora applicato ai clienti morosi sarà del 5,5% annuo.

Se il cliente ha un contratto nel libero mercato e non paga la bolletta, il fornitore potrà chiedere gli interessi di mora e le spese previste. Per poter sospendere la fornitura, inoltre, il cliente dovrà costituire il cliente in mora, inviandogli una raccomandata o una Pec in cui sia specificato il termine ultimo di pagamento della bolletta.

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio