Bomba a Battipaglia: decisa la data del disinnesco. Evacuate 2000 persone

BATTIPAGLIA. Sul ritrovamento di un ordigno bellico risalente alla guerra mondiale, quest’oggi si è tenuto un incontro speciale in Prefettura per discutere sul da farsi. Infine si è deciso di avviare le operazioni di disinnesco nella giornata di domenica 23 novembre. Per permettere che tali operazioni siano svolte nella più totale sicurezza è stata disposta […]

BATTIPAGLIA. Sul ritrovamento di un ordigno bellico risalente alla guerra mondiale, quest’oggi si è tenuto un incontro speciale in Prefettura per discutere sul da farsi. Infine si è deciso di avviare le operazioni di disinnesco nella giornata di domenica 23 novembre. Per permettere che tali operazioni siano svolte nella più totale sicurezza è stata disposta l’evacuazione di 2000 persone. Coinvolti gli abitanti del quartiere Taverne e fino ad un raggio di 300 metri dal luogo del ritrovamento.

Ad occuparsi delle operazioni del disinnesco che dovrebbero durare 10 ore circa, saranno gli uomini dell’Esercito e della società Gea, già impegnata per altri due ordigni rinvenuti a Salerno. Le persone evacuate verranno ospitate in una scuola di Battipaglia: fra loro ci sono 35 disabili, per altri 12 è previsto lo spostamento in strutture di ricovero ad hoc. Anche la strada statale 18 verrà interdetta per facilitare le manovre di disinnesco.

Leggi anche (per aprire gli articoli clicca sui titoli):

Ordigno bellico a Battipaglia, oggi pomeriggio incontro in prefettura

Ordigno bellico ritrovato a Battipaglia: a lavoro gli artificieri

Ordigno bellico a Battipaglia: FOTO ESCLUSIVE“.

TAG