Cronaca

Salerno, bullo in azione in una scuola: minacciava un compagno per soldi

I carabinieri fermano un bullo di una scuola di Salerno. Lo scorso 30 aprile, i carabinieri di Salerno Mercatello hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare, con collocamento in comunità, emessa dal Gip presso il Tribunale dei Minori di Salerno nei confronti di un 17enne resosi responsabile di reiterati atti vessatori nei confronti di un compagno di scuola anch’egli minorenne.

Bullo in una scuola di Salerno: vittima un minorenne

Si è trattato di veri atti di bullismo: l’indagato infatti costringeva la vittima a consegnargli piccole somme di denaro dietro minaccia e violenza. La gravità dei fatti riguarda condotte intimidatorie rivolte alla gratuita e pubblica ridicolizzazione della vittima davanti ad altri compagni di scuola.

Ed è proprio grazie all’intervento di alcuni di questi compagni che hanno deciso di non restare “indifferenti” di fronte a questi atti di sopraffazione che il corpo docenti è stato informato di quanto accadeva da mesi alla vittima che, intimorita da nuove e più presenti vessazioni, non osava denunciare il suo aguzzino, tacendo anche ai suoi genitori le angherie subite.

Il provvedimento

La solerte risposta offerta dall’istituto scolastico, in una delle attività di indagine svolte dai carabinieri, ha consentito di ricostruire la corretta dinamica dei fatti cui sono seguite la risposta della sospensione da scuola del minore e la richiesta cautelare della Procura presso il Tribunale dei Minori di Salerno accolta dal Gip.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto