Senza categoria

Capaccio, truffa al babbà

CAPACCIO. Singolare truffa ai danni di un agriturismo in località Spinazzo. La proprietaria è stata costretta a pagare quasi 600 euro in dolci, che non ha ordinato. Ma partiamo dall’origine. Al noto agriturismo chiama una persona che si qualifica come ingegnere di Napoli, e prenota una cena per 35 persone. Alla proprietaria comunica che per quanto riguarda i dolci provvederà lui. La ristoratrice si annota la prenotazione nell’attesa di definire i dettagli del pranzo.

«Il giorno successivo – racconta la titolare dell’attività – prima ancora di perfezionare il tutto, arrivano al nostro agriturismo ben 600 euro di torte babà da una pasticceria di Napoli. A quel punto, ho chiamato il presunto ingegnere e lui mi dice di non preoccuparmi e di ritirare tutti i dolci che si recherà a Capaccio il giorno successivo».

La proprietaria paga 580 euro di dolci. Il giorno successivo del fantomatico ingegnere nemmeno l’ombra e tantomeno della comitiva che aveva prenotato il pranzo. A quanto pare questa non è stata l’unica struttura caduta nella rete del finto ingegnere napoletano. Ci sarebbero almeno altre due attività di ristorazione che si sono viste recapitare i babà imbottiti alla crema.

(Fonte: vocedistrada)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button