Cronaca

Giovane salernitano ucciso in strada in Brasile: s’indaga

Un ragazzo di 36 anni, Jesse Janes Edoardo Chirico, residente a Capaccio Paestum dov’è stato adottato da una famiglia locale, è stato ucciso in Brasile

Un ragazzo di 36 anni, Jesse Janes Edoardo Chirico, residente a Capaccio Paestum, è stato ucciso in Brasile. Il giovane pregiudicato era residente da anni nella città dei Templi in quanto adottato, da bambino, da una famiglia locale. La notizia dell’omicidio, avvenuto oltre un mese fa, è trapelata solo ora in Italia perché, nei prossimi giorni, avrebbe dovuto testimoniare in uno dei processi che lo vedono imputato per spaccio di sostanze stupefacenti, presso il Tribunale di Salerno, risultando irreperibile dall’autorità giudiziaria. Dopo vari precedenti per spaccio, aveva deciso di rifarsi una vita andando a vivere nel paese natio.

Giovane residente a Capaccio ucciso in Brasile

Secondo quanto riportato dai media brasiliani, Chirico è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella piazza del quartiere Setor a Querência, comune sito nel Mato Grosso (a 945 km dalla capitale carioca), nel tardo pomeriggio di giovedì 9 settembre scorso. Secondo le prime ricostruzioni, il 36enne, che abitava nel quartiere di Bela Vista dove era conosciuto come “l’italiano”, sarebbe stato freddato da due uomini a volto coperto in sella ad una moto: sul delitto indaga la Polizia Militare, che ha rinvenuto e sequestrato, sul posto, diversi bozzoli, al fine di raccogliere prove per determinare le circostanze dell’omicidio e risalire agli assassini. Sulla salma è stata eseguita l’autopsia.

Le indagini

Poco dopo, nascosto in una zona boschiva isolata, gli inquirenti hanno trovato un testimone oculare: si tratta di un uomo, ferito ad un braccio da un proiettile, che era in compagnia di Chirico al momento dell’agguato.

Articoli correlati

Back to top button