Castel San Giorgio: rissa sfiorata dopo il consiglio comunale

comune castel san giorgio

Rissa sfiorata in Comune l’altra sera a Castel San Giorgio tra gli assessori De Caro e Galluzzo, dopo la conclusione del consiglio comunale

Rissa sfiorata in Comune l’altra sera a Castel San Giorgio, dopo la conclusione del consiglio comunale. Protagonisti della vicenda che impazza sui social anche con risvolti personali gli assessori Giovanni De Caro più volte salito alla ribalta della cronaca, Justine Galluzzo e Domenico Rescigno, componente dello staff del primo cittadino Paola Lanzara.

Rissa sfiorata dopo il consiglio comunale a Castel San Giorgio

Voglio precisare prima di tutto – dice l’assessore Galluzzo, in corsa per una candidatura alla Regione come Giuseppe Alfano e Gilda Tranzillo – che nessuno mi ha toccato o palpeggiata altrimenti sarebbero volati schiaffi. Al termine dei lavori dell’assise consiliare in mia presenza l’assessore de Caro ha contestato aspramente Rescigno dicendogli che doveva rispondere a telefono a tutti e non solo al sindaco. Rescigno ha replicato che lui rispondeva solo al primo cittadino e non agli uomini di m…. Dopodiché De Caro ha tentato di aggredire Rescigno io mi sono posta tra i due per divederli ed evitare la lite a quel punto sono arrivati il sindaco ed il leader della minoranza Andrea Donato che hanno a fatica riportato la calma. Poi tutti siamo stati a mangiare a casa del primo cittadino a Santa Croce, ed è ritornato il sereno. Cosi – conclude l’assessore – sono andati i fatti e non vi è nessun risvolto di naturale personale“.

Chiusa questa parentesi l’assessore Justine Galluzzo tiene a ringraziare pubblicamente il comandante dei vigili urbani Giuseppe Contaldi. “Il nostro capo della polizia municipale persona onesta e perbene ha fatto risparmiare al nostro comune ben 8 mila euro in quanto è riuscito a far effettuare gratis – dice Galluzzoil collaudo di un mezzo pick-up che abbiamo avuto in dono nei giorni scorsi dalla regione Campania per l’emergenza covid. Altri avevano proposto di farlo effettuare a Pagani per una spesa di circa ottomila euro“. Sembra che a lanciare questa proposta sia stato un componente della maggioranza. Il nome per ora è top secret.

di Carmine Pecoraro


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG