Castello Arechi: un castello medievale a 300 metri sul livello del mare

castello-arechi-

Il Castello Arechi è tra le principali attrazioni di Salerno. È un castello medievale situato ad un’altezza di circa 300 metri sul livello del mare

Il Castello Arechi è tra le principali attrazioni di Salerno. È un castello medievale situato ad un’altezza di circa 300 metri sul livello del mare, che domina la città ed il golfo di Salerno. Esso rappresenta ancora oggi un autentico esempio di architettura Medievale, ancora ben conservato, e apprezzato in tutta Italia.


castello-arechi-


Raggiunta la vetta, la vista lì in alto è spettacolare. Una volta giunti sulla sommità del castello infatti sarà possibile godere di un panorama mozzafiato che spazia dalla punta della Costiera Amalfitana, fino ad Agropoli.

Storia del Castello Arechi

Il Castello di Arechi è un castello medievale. È detto di Arechi perché la costruzione di questa fortificazione si associa, tradizionalmente, al duca longobardo Arechi II.

Opera di artigiani goto-bizantini risalente al VI secolo, assume una rilevante importanza militare nel XVIII secolo quando il principe Arechi II lo rende il sistema di difesa della città.

Arechi II, principe longobardo che trasferì la capitale del ducato da Benevento a Salerno, scelse come fulcro della sua nuova capitale la fortezza già preesistente, posta a 300 metri sul livello del mare sulla cima del monte Bonadies.


Castello Arechi


Arechi ne sopraelevò e modificò le mura antiche su preesistenti fortificazioni e costruì un castello “per natura e per arte imprendibile, non essendo in Italia una rocca più munita di essa”.

Sul colle salernitano c’era stata, già nei secoli precedenti, una generica frequentazione risalente ad epoca romana e testimoniata da diversi rinvenimenti archeologici e frammenti ceramici.

Ad Arechi II, quindi, fu necessario solamente rafforzare il maniero, e inserirlo in un sistema difensivo urbano più articolato.

In seguito, il “Castello di Arechi”, diventò un importante elemento nello scacchiere difensivo aragonese, per poi perdere progressivamente importanza col mutare delle tecniche belliche. Esso venne quasi del tutto abbandonato nel XIX secolo.

 

Struttura del Castello Arechi

Il Castello Arechi, situato ad un’altezza di circa 300 metri sul livello del mare, fu utilizzato grazie al principe Arechi II, come fortezza difensiva della capitale del ducato.

La struttura andava a modificare, infatti, un edificio già esistente di epoca bizantina, rinforzandone le mura esterne e sopraelevandole con merlatura al fine di diventare inespugnabile ed irraggiungibile dal nemico.

Il maniero è circondato dal parco con percorsi naturalistici immerso nella macchia mediterranea. Il Complesso monumentale ospita un museo medievale, nucleo espositivo di armi, ceramica , vetro e monete ivi rinvenuti e che raccontano le guerre, la caccia, i rapporti commerciali e gli antichi mestieri della storia Salernitana.


castello arechi _


Nella parte alta del maniero, nell’ottobre del 2009 è stato inaugurato anche un museo multimediale che ripercorre la storia dell’area. Un polo d’avanguardia e multimediale che propone un viaggio nel tempo e nella storia grazie a computer, video e proiezioni murali che riportano all’epoca longobarda.

In seguito ai recenti restauri, all’interno della roccaforte sono ospitati un salone per conferenze, congressi, meeting e una sala adiacente utile a ospitare mostre d’arte.

 

Apertura e costo del biglietto del Castello Arechi

Il Castello Arechi è aperto al pubblico dal martedì al sabato dalle 9.00 alle 17.00. La domenica dalle 9.00 alle 15.30, il lunedì chiuso. L’accesso alle biblioteche ed agli archivi per finalità di lettura, studio e ricerca è sempre gratuito.

Biglietto di ingresso ordinario: € 4,00
Biglietto di ingresso ridotto: € 2,00 (per gruppi superiori alle 15 persone, per docenti delle scuole statali con incarico a tempo indeterminato e per Cittadini dell’Unione Europea con età compresa tra i 18 e i 25 anni).

 

Come raggiungere il Castello Arechi

Provenienza autostrada A3 Napoli-Salerno: uscita Salerno. Seguire le indicazioni per la Costiera Amalfitana dopo 50 m, al bivio, seguire l’indicazione per il Castello.

Provenienza strada statale 18: raggiungere Salerno, prendere la deviazione per via A.Gatto, dopo 1 Km, al bivio, seguire l’indicazione per il Castello

Provenienza Centro Città: Bus di linea CSTP numero 19 con fermate: Ligea capolinea, Teatro Verdi, Pertini Scuola Barra, Lungomare Trieste Municipio, P.zza XXIV Maggio, P.zza San Francesco, Paglia INPDAP, Cavaliero, Croce Capolinea


TAG