Cava de’ Tirreni, i partiti di centrodestra chiedono le dimissioni del sindaco Servalli

vincenzo-servalli-sindaco-cava

Dopo la svolta nella vicenda giudiziaria che vede coinvolto l'ex vicesindaco di Cava, ora i partiti di centrodestra chiedono le dimissioni del sindaco

Dopo la svolta nella vicenda giudiziaria che vede coinvolto l’ex vicesindaco di Cava de’ Tirreni Enrico Polichetti, ora i partiti di centrodestra chiedono le dimissioni del primo cittadino Vincenzo Servalli.

Cava, il centrodestra chiede le dimissioni del sindaco Servalli

«Il gravissimo incidente giudiziario travolge inevitabilmente l’attuale amministrazione, offuscando e sminuendo l’immagine della
Città ed esponendo a rischio il prosieguo della consiliatura» si legge in una nota congiunta i tre partiti di centrodestra i quali sembrano aver ritrovato l’unità sulla vicenda giudiziaria che vede protagonista l’ex vicesindaco Polichetti.

«Il caso Polichetti non può essere rubricato come una vicenda personale, atteso il ruolo apicale ricoperto dall’ex vicesindaco in seno
all’amministrazione. La vicenda in questione ha evidenti implicazioni di carattere politico ed amministrativo, poiché il sindaco
Servalli non solo ha beneficiato del tributo elettorale di Enrico Polichetti ma ha dimostrato soprattutto di considerarlo uomo
politico di sua fiducia, affidandogli deleghe di grande responsabilità. Oltre ad aver palesato un grave deficit amministrativo in questi quattro anni di gestione – si legge ancora nella nota di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega – l’amministrazione Servalli è incorsa nell’errore di attribuire ruoli di primaria importanza a chi si rivelato un mero portatore di voti, tralasciando di valutare le indispensabili doti politiche ed amministrative».

TAG