Cesarei fuori media, Regione indaga anche su due ospedali salernitani – I DETTAGLI

parti, cesarei

I tagli cesarei praticati in Campania sono troppi, la Regione Campania allora decide di revocare gli accreditamenti alle stutture non in regola

Cesarei fuori media, Regione indaga anche su due ospedali salernitani.


I tagli cesarei praticati in Campania sono troppi, la Regione Campania allora decide di revocare gli accreditamenti per le strutture che si discostano troppo dalla media nazionale e regionale.

La decisione è stata presa in seguito all’indagine statistica del mese scorso che evidenziò l’allarmente situazione che le donne campane vivono.

Sono, quindi, partiti oggi i controlli a 6 ospedali e cliniche private che dovranno presentare la documentazione utile a giustificare il numero di parti cesarei eseguiti rispetto a quelli naturali.

Si tratta, secondo quanto riporta La Città, degli ospedali pubblici di Sessa Aurunca, Battipaglia e Vallo Della Lucania e delle strutture San Paolo di Aversa, Ospedale Internazionale di Napoli e clinica Sanatrix di Napoli.

La Regione Campania comunica che il numero di cesarei è comunque diminuito del 20%.


 

TAG