Cronaca

Consorzio Asi, Motta accusa Cassandra di calunnia, il giudice lo assolve

Consorzio Asi, Motta accusa Cassandra di calunnia, il giudice lo assolve.


Ieri il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Salerno ha pronunciato nei confronti dell’ex presidente del Consorzio Asi di Salerno, l’avvocato Gianluigi Cassandra, una sentenza di “non luogo a procedere” in quanto il “fatto non costituisce reato”.

Il provvedimento, secondo quanto riporta Salernotoday, è scaturito a seguito di una denuncia presentata dal consigliere comunale di Battipaglia Gerardo Motta, con cui accusava del reato di calunnia l’ex presidente del Consorzio.

«Nel 2011 – ricorda l’avvocato Cassandra – allorquando il Comune di Battipaglia decise di notificarci la delibera di recesso dal Consorzio Asi, il Consiglio Generale ed il Comitato Direttivo, all’unanimità dei presenti, mi diedero mandato di far verificare a professionisti di alto profilo la regolarità formale ed amministrativa del provvedimento ed anche per accertare se vi fossero eventuali reati compiuti da alcuni degli amministratori. Pertanto, solo all’esito del parere di un legale che evidenziava la necessità di esporre i fatti alla Procura della Repubblica, il Comitato Direttivo deliberò il deposito dell’esposto».

L’ex presidente dell’Asi si dice «particolarmente lieto di questo provvedimento” che “mi rende giustizia e avvalora il mio ruolo di amministratore che ha sempre anteposto il profilo tecnico-istituzionale a quello di natura politica. Soprattutto se si considera che il fatto si è verificato in un momento storico particolarmente delicato per il Comune di Battipaglia, che successivamente ha anche subito lo scioglimento del Consiglio Comunale su proposta del Ministero dell’Interno».


Articoli correlati

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button