Cronaca

Emergenza coronavirus in Campania, ecco le direttive della Regione: parla De Luca

Emergenza coronavirus in Campania, ecco le direttive della Regione: la conferenza stampa del Governatore Vincenzo De Luca “In Campania nessun caso di contagio, siamo pronti adaffrontare qualsiasi evenienza”.

Emergenza coronavirus in Campania: le direttive di Vincenzo De Luca

È terminata poco fa la conferenza stampa del Governatore delle Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha illustrato le linee guida in merito all’emergenzacoronavirus.

Le notizie false

Il Governatore ha subito invitato a non dare retta alle notizie che circolano sui canali non ufficiali perchè, ha detto, il 90% sono fake news. Le uniche fonti certe sono il Ministero della Salute e gli organi regionali.

Il numero verde

De Luca ha invitato i cittadini a non ingolfare il numero verde regionale: ogni aventuale sospetto deve essere segnalato al 118 o ai medici di famiglia, il numero regionale è puramente informativo.

I Pronto Soccorso

Una delle precuazioni indicate dal Ministero della Salute è quella di evitare i luoghi affollati e gli assembramenti di persone. De Luca ha consigliato di non affollare i Pronto Soccorso per evitare la promiscuità e l’eventuale trasmissione tra individui.

Le decisioni dei sindaci

Il Governatore ha definito ingiustificata e unilaterale la decisione presa da alcuni sindaci di procedere alla chiusura delle scuole. L’invito di De Luca è quello di cercare le situazioni o i casi che ritengono sospetti, e segnalarli prontamente. Ma la chiusura delle scuole crea allarmismo ingiustificato, ed è sempre meglio evitare.

I tamponi

De Luca ha illustrrato la procedura di verifica in atto in tutta la regione: dal momento della verifica tramite tampone, al risultato, entro 2 ore sarà possibile verificare la presenza di un eventuale contagio. La Regione ha aperto punti di verifica in vari ospedali oltre al Cotugno di Napoli, che resta il centro di riferimento con la possibilità di esaminare 100 tamponi al giorno.

Gli altri ospedali in Campania

I tamponi potranno essere inviati, per essere esaminati, anche all’opedale San Paolo di Napoli, al Moscati di Avellino, e al Ruggi di Salerno. Sono in corso verifiche per inserire nel circuito anche l’ospedale San Sebastiano di Caserta.

Le mascherine

La Campania ha scelto di non dotare di mascherine il personale del trasporto pubblico. Si dovrebbero far indossare le mascherina anche al personale di uffici pubblici, servizi e mezzi di trasporto non solo in Campania, ma in tutta Italia “Dovremmo girare tutti mascherati”, ha detto il Governatore.

La partita

L’incontro di Champions Napoli Barcellona si svolgerà tranquillamente. In casi come questom si raccomando una serie di agionevoli precauzioni igiene personale, come il lavaggio frequente delle mani, ma De Luca ha invitato i cittadini ad andare avanti con tranquillità.

I contagi

De Luca ha ribadito l’assenza di contagi in Campania, me l’emergenza non viene sottovalutata. Nei Pronto Soccorso ci saranno percorsi dedicati agli eventuali casi, separati dagli altri. A seguito di una minuziona verifica è stata accertata le presenza di posti letto sufficienti in caso di una eventuale emergenza,

I contatti

De Luca ha invitato le istututioni, specialmente quelle locali, a verificare i percorsi e i contatti avuti dai contagiati. Questa, al momento, resta l’unica misura precauzionale efficace, per evitare il contagio e lo spostamento di persone in cui il virus è in incubazione.

La carenza di disinfettante

Il Governatore ha annunciato un imminente accordo con le farmacie della regione per la produzione di una soluzione disinfettante equivalente, in assenza di prodotti più conosciuti come l’Amuchina.



 

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button