Politica

Depuratore Tavernola, dall’Amministrazione: «via libera entro l’inizio dell’estate»

BATTIPAGLIA. Il 13 aprile inizieranno le operazioni di svuotamento delle vasche in esercizio e lo smontaggio delle apparecchiature già installate per poter consentire l’ultimazione dei predetti lavori di adeguamento.

Lunedì pomeriggio, infatti, una nutrita delegazione dell’amministrazione comunale di Battipaglia, guidata congiuntamente dall’assessore all’Area Tecnica Giuseppe Provenza e dall’assessore all’Area Ambiente e Territorio Stefania Vecchio e con la partecipazione di quattro consiglieri comunali (Gerardo Zaccaria, Giuseppe Salvatore, Pietro Cerullo e Vincenzo De Sio) ha effettuato, alla presenza della società appaltatrice dei lavori (Tecnobuilnding Srl), una visita presso l’impianto di depurazione di Tavernola per constatare l’avanzamento dei lavori di adeguamento ed ammodernamento in corso.

La delegazione ha avuto modo di approfondire, inoltre, l’effettiva natura e tipologia dei lavori di adeguamento che consentiranno, una volta ultimati gli stessi e garantita la necessaria fase di messa a regime dell’impianto ammodernato, di depurare ben 200 l/s (litri al secondo) di acque reflue urbane, rispetto ai 40 l/s attualmente trattati, ovverosia tutte le acque nere convogliate allo specifico impianto di depurazione e rinvenenti dalle utenze collocate nel Comune di Battipaglia alla sinistra idraulica del Fiume Tusciano.

Resta evidente che dare soluzione allo specifico problema della depurazione significa affrontare la specifica tematica relativa all’inquinamento delle acque superficiali dovute agli scarichi civili, rilevandosi che, allo stato attuale, ancora non sono iniziati i lavori per il convogliamento delle acque reflue dei quartieri di Battipaglia alla destra idraulica del Fiume Tusciano (prevalentemente Belvedere) verso il depuratore di Salerno ed, ancora, non è chiara la natura degli scarichi immessi nel Fiume Tusciano da parte dei Comuni che si affacciano, direttamente ed indirettamente, sullo stesso corso d’acqua.

«Continua la “normalizzazione” del comune di Battipaglia – dice l’assessore Giuseppe Provenza -. L’azione dell’amministrazione comunale nei prossimi mesi proseguirà e  sarà rivolta, in primis, a garantire la rapida e corretta ultimazione dei lavori di adeguamento  e continuerà dando soluzione per poter procedere all’installazione della cabina elettrica necessaria all’alimentazione della nuova soluzione impiantistica, e, successivamente, ad essere parte attiva sia per l’avvio dei lavori di collegamento degli scarichi verso il depuratore di Salerno, che, ancora, a cooperare con le altre amministrazioni locali per il superamento di eventuali situazioni di criticità che possano in qualsiasi modo pregiudicare la qualità delle acque del Fiume Tusciano e conseguentemente della fascia costiera battipagliese».

«Il lavoro dell’ufficio tecnico comunale, attraverso l’ufficio ambiente e con la collaborazione del sovraordinato ingegnere Giuseppe Rocco ha consentito che durante il periodo transitorio, prima della messa a regime dell’impianto, verrà trattata e depurata l’intera portata delle acque reflue che giungono al depuratore pari a 200 litri/secondo- dichiara l’assessore Stefania Vecchio -».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button