Discarica abusiva di rifiuti, sequestrata l’area e denunciato il responsabile

discarica-abusiva-albanella-sequestro

Sequestrata una discarica abusiva ad Albanella. Le indagini hanno consentito di accertare che l’attività di gestione dei rifiuti è del tutto abusiva

Sequestrata una discarica abusiva ad Albanella. Le indagini hanno consentito di accertare che l’attività di gestione dei rifiuti è del tutto abusiva, priva di alcuna autorizzazione ambientale.

Discarica abusiva di rifiuti

I militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Foce Sele, nell’ambito di controlli del territorio volti a prevenire e reprimere condotte in danno dell’ambiente, hanno accertato lo smaltimento illecito di rifiuti in un’area di discarica abusiva.

Grazie all’osservazione del territorio effettuata con l’ausilio di velivolo, i militari hanno individuato delle anomalie alla località “Tempa di Giampietro – Ionta” del comune di Albanella. Giunti sui luoghi, all’interno di un’area di proprietà privata, hanno scoperto abbandoni e cumuli di rifiuti di varia natura provenienti da demolizioni edili, terre e rocce da scavo, plastiche di differente origine e tipologia. I rifiuti erano in parte interrati ed infatti sui luoghi i militari hanno individuato tracce di mezzi d’opera idonei allo scavo.

Parte dei rifiuti si presentava combusta, anche di recente, ma non più identificabile ed inoltre, parte dell’area era destinata allo smaltimento illecito di reflui zootecnici provenienti da allevamenti della zona e smaltiti in fossi realizzati abusivamente nel terreno e di significative dimensioni e profondità per una superficie complessiva di circa 300 mq.

Le indagini

Le indagini hanno consentito di accertare che l’attività di gestione dei rifiuti è del tutto abusiva, priva di alcuna autorizzazione ambientale ed ha prodotto una significativa modifica dei luoghi in area limitrofa al fiume Calore.

A seguito di quanto emerso, i militari hanno proceduto al sequestro dell’intero terreno per un’estensione di 7.300 mq destinato a discarica abusiva di rifiuti speciali anche interrati e combusti e deferito all’Autorità Giudiziaria il responsabile