Dopo l’emergenza: come viaggiare verso il Nord in piena sicurezza

Cessato il picco dell’emergenza che ha fermato il Paese, gli occhi di tutta Italia sono puntati sulla possibilità di spostarsi da una regione all’altra

Cessato il picco dell’emergenza sanitaria che ha fermato il Paese per due mesi, in questo momento gli occhi di tutta Italia sono puntati sulla possibilità di riuscire finalmente a spostarsi da una regione all’altra: per molte persone, adesso, muoversi non rappresenta una semplice velleità, ma un bisogno. Pensiamo, ad esempio, ai tanti studenti campani fuori sede che sono rimasti bloccati al Nord e desiderano riabbracciare i loro cari, o viceversa a tutti coloro che, da Salerno e dalla provincia, vorrebbero raggiungere parenti o amici che abitano lontano.  Non solo: molte persone potrebbero avere la necessità di spostarsi verso importanti città come Roma, Firenze, Bologna, Torino o Milano non solo per andare a trovare figli, nipoti o fidanzati che studiano all’università, ma anche per esigenze lavorative che, dopo settimane di smartworking, potrebbero adesso rivelarsi irrimandabili.

Ancora non sono chiari i dettagli relativi alle date precise e alle regioni verso le quali sarà possibile spostarsi nelle prossime settimane: è certo, però, che il treno sarà un mezzo di trasporto privilegiato. Gli esperti del settore viaggi sono concordi nell’affermare che, quest’estate, dovremo aspettarci una sorta di “ritorno al passato”: a un turismo di prossimità, che ci farà riprendere in considerazione le vacanze in Italia, e alla scelta di mezzi di trasporto alternativi ai voli aerei che, complice il boom delle compagnie low cost, erano ormai da anni diventati una scelta sempre più diffusa e alla portata di tutte le tasche.

In questo momento, però, è ancora fondamentale sperare che la libera circolazione prevista a partire da lunedì 3 giugno possa effettivamente riprendere, e da questo punto di vista sarà fondamentale che le curve dei contagi non tornino a crescere dopo le recenti riaperture. Ciò premesso, per chi viaggerà resterà indispensabile utilizzare la massima prudenza e pianificare con cura il proprio spostamento, avvalendosi dell’uso della Rete per definire ogni dettaglio, dalla voce biglietto del treno, a quella dispositivi di protezione individuali, fino alla voce parcheggio stazione Salerno.

A oggi i servizi di trasporto ferroviario hanno iniziato a ripartire gradualmente, e sui treni sono state messe in atto misure finalizzate a prevenire la diffusione del virus: sono state, per esempio, intensificate e potenziate le attività di sanificazione e disinfezione e installati dispenser contenenti disinfettanti per le mani. Il personale indossa mascherine e guanti, e le prenotazioni sono state riorganizzate in modo che i passeggeri possano viaggiare nel rispetto delle distanze di sicurezza. Prima di procedere alla scelta dei biglietti online, anche se si è viaggiatori abituali, sarà necessario controllare gli orari di partenza dei treni, poiché in questo periodo le offerte dei treni ad alta velocità e degli Intercity sono state rimodulate.

Per quel che riguarda invece la scelta del parcheggio, essenziale se si arriva da fuori Salerno e si desidera raggiungere la stazione comodamente a bordo della propria auto (una scelta comprensibile in un momento in cui molti preferiranno evitare i mezzi di trasporto collettivo come le corriere e gli autobus), potrà essere molto utile consultare il sito MyParking, prima piattaforma italiana interamente dedicata alla prenotazione e al pagamento online del posto auto.

MyParking conta circa 500 strutture affiliate dislocate in tutta Italia e situate in zone strategiche, come ad esempio le immediate adiacenze delle stazioni. I parcheggi situati nelle vicinanze della stazione di Salerno, ad esempio, sono numerosi, e i prezzi competitivi, soprattutto se si prenota e si paga anticipatamente online. Le strutture propongono anche diversi servizi: fra i più richiesti c’è quello chiamato “Tieni tu le chiavi”, che consente di tenere con sé le chiavi della propria auto anziché consegnarle, come da prassi, ai titolari del parcheggio. Questa opzione, già molto gradita da una buona parte di automobilisti, potrebbe risultare particolarmente apprezzata in un momento in cui si cerca di limitare al massimo i contatti con altre persone: nonostante avere le chiavi serva allo staff del parcheggio a movimentare l’auto all’interno della struttura in caso di necessità e nonostante anche nei parcheggi siano rispettate tutte le misure di sanificazione e sicurezza ora richieste, le persone più caute preferiranno infatti sapersi le uniche a entrare nella propria auto.

Per quel che riguarda infine le soluzioni di alloggio più consigliabili nelle città di destinazione, se non è possibile soggiornare presso parenti e amici potrà essere rassicurante sapere che non solo le grandi strutture, ma anche i piccoli alberghi e i bed and breakfast sono obbligati a seguire scrupolosamente protocolli che regolano i comportamenti da osservare e le pratiche igieniche da mettere in atto per non esporre gli ospiti al rischio di contagi.

TAG