Duplice omicidio a Fratte, nessuno sconto per i killer: ergastoli confermati

sentenza-tribunale

I giudici della Corte d'Assise d'Appello non fanno sconti ai tre imputati accusati del duplice omicidio di Fratte, ovvero dell'agguato mortale

I giudici della Corte d’Assise d’Appello non fanno sconti ai tre imputati accusati del duplice omicidio di Fratte, ovvero dell’agguato mortale ad Antonio Procida ed Angelo Rinaldi. Ergastoli confermati per i tre killer.

Duplice omicidio a Fratte, ergastoli confermati

Pene confermate, dunque, per Matteo Vaccaro, ritenuto il mandante; Roberto Esposito, ritenuto dalla Dda di Salerno colui che avrebbe premuto il grilletto della pistola ed esploso i tre colpi assassini; e per il figlio del boss, Guido Vaccaro che era alla guida dello scooter sul quale viaggiava il killer.

A quanto pare neanche le lacrime di Roberto Esposito avrebbero convinto i magistrati del collegio giudicante sulla sua innocenza. Esposito che, proprio un anno fa si rese protagonista di un pestaggio nel carcere di Fuorni, ai danni di Zollo – padre e figlio – e per questo è ora detenuto in un istituto lontano da Salerno.

Leggi anche:

TAG