Eboli, da otto anni picchia moglie e figlia: denunciato

coronavirus-quarantena-violenza-sulle-donne

EBOLI. Stando a quanto riporta il quotidiano “Il Mattino”, era da ben 8anni che picchiava moglie e figlio, distruggendo conseguentemente i mobili di casa e suppellettili, a rompere il silenzio, è stata la moglie che, giunta al limite, ha raccontato al maresciallo Garrisi, i terribili periodi di violenza domestica. Il marito 55enne, è stato conseguentemente […]

EBOLI. Stando a quanto riporta il quotidiano “Il Mattino”, era da ben 8anni che picchiava moglie e figlio, distruggendo conseguentemente i mobili di casa e suppellettili, a rompere il silenzio, è stata la moglie che, giunta al limite, ha raccontato al maresciallo Garrisi, i terribili periodi di violenza domestica.

Il marito 55enne, è stato conseguentemente denunciato e allontanato dalla famiglia, l’uomo non potrà più recarsi al rione Pescara, altrimenti rischierà l’arresto. Il provvedimento cautelativo, è stato preso dal giudice Pellegrino, su richiesta del pm Cosentino, titolare delle indagini. 

Pare che l’ebolitano violento abbia problemi di tossicodipendenza, un vizio che gli ha modificato il carattere nel corso degli anni, rendendolo sempre più manesco e ingestibile. Era risaputa nel quartiere questa incresciosa situazione, tuttavia, nessuno ha saputo offrire un aiuto concreto alla donna e nessuno ha mai avuto il coraggio di denunciare il fatto ai servizi sociali. Solo la donna stessa, dopo l’ennesima sfuriata, ha raggiunto l’ospedale, si è fatta medicare e a messo fine a questo supplizio perpetuante.

TAG