Cronaca

Eboli: il marchio del Sele presso l'azienda Regionale Improsta

EBOLI. Si è svolta presso l’azienda Regionale Improsta la tavola rotonda dal titolo “Valorizzazione dei prodotti agroalimentari e loro legame al territorio”. Una proficua discussione preliminare organizzata da Vito Maratea per creare le condizioni per unire identità territoriale e qualità delle produzioni. Tavolo tecnico, che ha visto la presenza delle principali associazioni di categoria, Confagricoltura rappresentata dal presidente regionale Rosario Rago, il direttore provinciale Carmine Libretto;Coldiretti rappresentata da Annamaria Cascone e Vito Busillo, presidente della sezione Coldiretti Eboli. Presenti anche le istituzioni del comune di Eboli rappresentato dall’assessore all’agricoltura Maria Sueva Manzione e dai consiglieri Pierluigi Merola e Pasquale Infante.

L’aspetto tecnico è stato curato dalla Dottoressa Claudia Pizzuti, coinvolgendo Corrado Martinangelo segretario del ministro Martina, l’Università Federico II rappresentata dal Prof. Giuseppe Campanile, il presidente del CRAA Dott. Silvestro Caputo e l’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno rappresentato dal Dott. Alfonso Gallo.

Ha introdotto la discussione Vito Maratea: «Ringrazio tutti i presenti per aver accolto il mio invito a questa prima riunione, ho voluto fortemente questo incontro per cercare di tracciare un percorso comune che ci porti alla valorizzazione dei nostri prodotti agroalimentari e del nostro territorio. La piana del Sele è il cuore dell’agricoltura campana; ci offre prodotti di eccellenza essi vanno legati al territorio ed insieme vanno valorizzati, perché siamo convinti che la nostra terra possa dare un valore aggiunto ai nostri prodotti di eccellenza. Confido nella collaborazione tra le associazioni di categoria, le istituzioni e gli imprenditori per trovare insieme il giusto metodo per promuovere la nostra terra e i prodotti che essa ci offre». Sono seguiti gli interventi di tutti i presenti, i quali hanno sottolineato l’importanza dell’ incontro, si è discusso sui diversi modelli di marchi, sottolineando criticità e vantaggi. A conclusione dell’incontro, è previsto una nuova discussione presso gli uffici della Regione Campania per avviare l’iter di creazione del marchio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button