Eboli, il sindaco Cariello: «A luglio apriremo la verifica politica»

Cariello sull'impianto di compostaggio

EBOLI. «Apriremo la verifica politica a luglio» lo ha annunciato il primo cittadino di Eboli, Massimo Cariello, al termine della riunione con i capigruppo di maggioranza. Negli ultimi mesi ci sono stati alcuni cambi di poltrone che hanno creato agitazione tra i consiglieri, che negli ultimi giorni avevano chiesto di fare il punto della situazione. Un’esigenza […]

EBOLI. «Apriremo la verifica politica a luglio» lo ha annunciato il primo cittadino di Eboli, Massimo Cariello, al termine della riunione con i capigruppo di maggioranza. Negli ultimi mesi ci sono stati alcuni cambi di poltrone che hanno creato agitazione tra i consiglieri, che negli ultimi giorni avevano chiesto di fare il punto della situazione.

Un’esigenza ratificata dal presidente del consiglio, Fausto Vecchio, con l’annuncio di una rimodulazione delle presidente delle commissioni consiliari dopo che Vittorio Bonavoglia è passato in Ascolto Cittadino. La migrazione di consiglieri che ha scombussolato gli equilibri politici si è concluso con il passaggio di Luigi Guarracino al nuovo Psi.

Poche settimane fa la nascita del gruppo ‘Moderati di Centro’ furtto della separazione di Carmine Busillo e Roberto Grasso da ‘Insieme X Eboli’. Dunque, ieri mattina la riunione al Comune con il primo cittadino e tutti i capigruppo. «Abbiamo parlato e ci siamo confrontati – spiega Cariello – abbiamo definito anche delle priorità ed un metodo per arrivare alla verifica sull’operato dell’Amministrazione. Abbiamo stabilito insieme che a luglio, ad un anno dall’insediamento, faremo un bilancio».

«Da domani faremo delle riunioni giornaliere con i consiglieri per elaborare e condividere la manovra di previsione – continua Cariello – la programmazione finanziaria del comune sarà il frutto dell’intera coalizione, sarà un documento che apparterrà totalmente a tutti i consiglieri». Una data di scadenza fondamentale per la quale il sindaco ha già previsto un incontro finale alla vigilia del consiglio comunale: «a fine aprile, come ho già fatto con la giunta, ci riuniremo al convento dei Frati Francescani un’intera giornata».

 

TAG