Politica

Eboli: sviluppo dell'area PIP

EBOLI. Le azioni promosse dall’Assessore allo Sviluppo Economico Maria Sueva Manzione per il rilancio dell’area P.I.P. del Comune di Eboli ha permesso di superare uno dei limiti che impediva lo sviluppo dell’ area attraverso il Decreto di sdemanializzazione delle aree di sedime (ex canalette irrigue).

Dichiara Maria Sueva Manzione: «La precisa scelta di affrontare la problematica annosa con una, finalmente, corretta impostazione della procedura risolve, di fatto,  una delle patologie che da sempre ha frenato il potenziale sviluppo dell’Area P.I.P.. Un vivo ringraziamento per l’attenta applicazione professionale va all’Avv. Carmela Landi che, nella funzione di Vice Presidente della Società Consortile Mista per l’Attuazione del P.I.P., ha attivato ogni formalità necessaria per il conseguimento in tempi brevi di questo importante risultato»

La vice presidente Carmela Landi dice: « La procedura di diffida e conseguente accertamento di responsabilità nei confronti del Ministero delle Politiche Agricole e dell’Agenzia del Demanio Centrale per l’emissione del Decreto di sdemanializzazione, atto a consentire il passaggio delle particelle oggetto della procedura dal patrimonio dello Stato al patrimonio pubblico e, conseguentemente, alle aziende assegnatarie dei lotti in Area P.I.P., ha determinato il Decreto di sdemanializzazione n. 18643, già registrato dalla Corte di Conti ed in fase di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale»

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto