Elezioni Battipaglia, accolto il ricorso di Pietro Ciotti: è candidato sindaco

BATTIPAGLIA. Il Tar di Salerno ha accolto il ricorso presentato da Pietro Ciotti, che potrà essere candidato sindaco a Battipaglia. Tuttavia, avrà il sostegno di una sola lista (Battipaglia La Città che Verrà) e non delle altre due (Battipaglia da Cambiare, I Democratici di Battipaglia), per cui non era stato presentato ricorso. Ciotti si è rivolto all’avvocato […]

BATTIPAGLIA. Il Tar di Salerno ha accolto il ricorso presentato da Pietro Ciotti, che potrà essere candidato sindaco a Battipaglia. Tuttavia, avrà il sostegno di una sola lista (Battipaglia La Città che Verrà) e non delle altre due (Battipaglia da Cambiare, I Democratici di Battipaglia), per cui non era stato presentato ricorso.

Ciotti si è rivolto all’avvocato Marcello Fortunato. La sentenza è stata emessa pochi minuti fa.

Domenica scorsa, la commissione elettorale circondariale di Eboli aveva rilevato che le firme degli elettori presentatori erano state apposte su modelli non riportanti contrassegni di lista e nominativi di candidati, ed allegati al resto della documentazione senza firme o timbri di giunzione.

L’avvocato Fortunato ha affermato che l’atto principale contiene la firma autenticata di Mauro Sergio quale delegato ed elettore presentatore, mentre gli atti separati contengono tutte le indicazioni e firme prescritte dalla normativa di settore.

Per quanto riguarda i documenti, congiunti solo mediante spillatura e senza firme o timbri di congiunzione, il legale ha sostenuto che sia possibile stabilire relazione formale tra i vari moduli e che la congiunzione dei fogli sia garantita dall’autentica apposta dal pubblico ufficiale abilitato, che presuppone un controllo formale dell’atto.

A breve aggiornamenti.

TAG