Cronaca

Foto di bimbi sul pc, oltre 24mila file trovati: uomo condannato per pedopornografia

Un anno e otto mesi di reclusione, senza sospensione della pena, e da scontare al regime degli arresti domiciliari. È quanto disposto nella giornata di ieri dal gup Piero Indinnimeo per G.L., un uomo di 46 anni, nel cui computer gli uomini della polizia postale hanno trovato oltre ventiquattromila file, tra foto e video, che ritraevano bambini in pose erotiche e atteggiamenti da adulti, oppure mentre facevano sesso.

Ma non solo. A rendere ancora più drammatica la scoperta dei poliziotti è che, in alcuni video, i piccoli erano accompagnati talvolta anche da animali. Scene raccapriccianti dinanzi alle quali l’indagato, ieri condannato per pedopornografia, non ha potuto dire alcunchè in propria difesa ma soltanto affidarsi al suo legale di fiducia, l’avvocato Francesco Oliveto, per chiedere il rito abbreviato e risolvere la situazione a stretto giro.

È stato però fortunato perché il gup non gli ha riconosciuto il reato di pornografia virtuale, contestato dal pm Roberto Penna, e che gli avrebbe fatto lievitare la pena ad almeno cinque anni.

Articoli correlati

Back to top button