Cronaca

Frana a Cava de’ Tirreni, sopralluogo del sindaco Servalli: partono gli interventi di messa in sicurezza

Le squadre di monitoraggio hanno costantemente controllato i punti critici delle zone rosse a rischio idrogeologico

Frana a Cava de’ Tirreni, sopralluogo del sindaco Servalli. La comunicazione del primo cittadino dalla sua pagina Facebook ai cittadini.

Frana a Cava de’ Tirreni, interventi sul territorio

La comunicazione di Servalli: “L’ondata di maltempo tempo che ha interessato la Regione Campania non ha risparmiato la città di Cava de’ Tirreni.

La macchina della Protezione Civile Comunale, guidata dal sindaco Vincenzo Servalli e dall’assessore Germano Baldi, è stata costantemente impegnata con i tecnici comunali, la Polizia Locale, i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Mani Amiche e CRI, in particolare sulle zone pedemontane per alcuni smottamenti che hanno interessato via P. Di Domenico, il Contrapone, e via Diecimare, dove si sono verificati gli smottamenti più considerevoli.

Alle 20 e 30 circa di martedì, in via Diecimare una frana ha completamente ostruito la strada comunale isolando una decina di famiglie che abitano a monte del movimento franoso, sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Locale agli ordini del Capitano Senatore che ha immediatamente provveduto a circoscrivere la zona pericolosa allertando la Protezione Civile.

Anche al Contrapone alcune famiglie sono rimaste isolate per diverse ore nella notte di mercoledì, le operazioni di rimozione del terreno dalla carreggiata si sono protrarre fino alle ore 3 di questa mattina, supervisionate dal Luogotenente Matteo Senatore.

Le squadre di monitoraggio, della Protezione Civile, coordinate da Francesco Loffredo e guidate da Felice Sorrentino, hanno costantemente controllato i punti critici delle zone rosse a rischio idrogeologico R3 R4 visto lo stato di preallarme per superamento delle soglie pluviometriche.

Sono in corso gli interventi e le attività anche con la Provincia per la messa in sicurezza, e ripristino della viabilità. Ai proprietari dei terreni è stato chiesto di provvedere a mantenere in sicurezza i propri fondi e di attivarsi per regimentare le acque piovane ed impedire eventuali smottamenti”.

Articoli correlati

Back to top button