Cronaca

Furti di gioielli, cambiano ordinanze per il clan Marotta: scarcerato Bruno

SALERNO. Furti di gioielli, i giudici del Riesame modificano le ordinanze restrittive a carico del clan Marotta: scarcerato, in cambio dei domiciliari, Bruno Marotta. Rimane invece in carcere il fratello Fiore.

Stessa sorte per Francesco Casertano, Romeo Santomauro ed Antonio Del Giudice, ai quali è stata tolta la misura restrittiva. Per le donne, al momento ai domiciliari, rimane tutto come deciso in precedenza salvo per Filomena ed Angelica Marotta.

A quanto pare dalle indagini dei finanzieri è emerso che erano le donne, nello specifico, ad agire nelle gioiellerie. Fiore Marotta, organizzatore e promotore dei colpi, era solito accompagnare in giro per l’Italia a compiere furti. Quando non poteva, si affidava ad altri membri del clan.

Isabella e Silvana Marotta, insieme ad Inna Akimova e Najat Riadi, erano molto abili ad entrare nelle gioiellerie, farsi mostrare alcuni oggetti di valore e poi, con destrezza, farli sparire dal negozio.

Una volta rubati i monili, questi venivano consegnati a Francesco Catalano per la successiva reimmissione nel circuito legale consegnando tutto, dietro compenso, a Fiore Marotta e Francesco Casertano, quest’ultimo titolare della Oromare srl. Talvolta la merce veniva anche venduta a Roberta Gasparro della 24 K snc di Salerno.

 

(fonte Il Mattino)

Articoli correlati

Back to top button