Il comitato “No Inceneritore” chiede un’ udienza dal Papa contro il termovalorizzatore

SALERNO. Gli attivisti del comitato “No Inceneritore” chiederanno all’arcivescovo di Salerno, monsignor Luigi Moretti, un’udienza da papa Francesco affinchè intervenga nella questione termovalorizzatore a Salerno. L’arcivescovo venerdì prossimo riceverà una delegazione del comitato per conoscere le ragioni della protesta che dal luglio scorso sta coinvolgendo cittadini e associazioni ambientaliste. «Il vescovo Moretti – ha spiegato […]

SALERNO. Gli attivisti del comitato “No Inceneritore” chiederanno all’arcivescovo di Salerno, monsignor Luigi Moretti, un’udienza da papa Francesco affinchè intervenga nella questione termovalorizzatore a Salerno. L’arcivescovo venerdì prossimo riceverà una delegazione del comitato per conoscere le ragioni della protesta che dal luglio scorso sta coinvolgendo cittadini e associazioni ambientaliste. «Il vescovo Moretti – ha spiegato Mario Codanti, portavoce del comitato – vuole incontrarci per capire quali sono le soluzioni alternative al termovalorizzatore che noi da tempo stiamo suggerendo alle istituzioni locali e nazionali per ovviare alla costruzione dell’impianto. Durante l’incontro chiederemo a Sua Eminenza di intercedere presso la Santa Sede affinchè il papa possa riceverci nelle prossime settimane». Prima dell’incontro con l’arcivescovo potrebbero già essere inviate le cartoline con gli asinelli presentate ieri mattina durante una conferenza stampa. Saranno inviate al papa, al premier Matteo Renzi e al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Le cartoline saranno distribuite alla popolazione da sabato 20 dicembre, quando a Giffoni Sei Casali, in piazza Papa Giovanni Palo II, si terrà la prima tappa  dello screening oncologico gratuito, organizzato in collaborazione con l’Isde, la rete dei medici per l’Ambiente, la federazione italiana dei medici di famiglia e la rete «Ambiente e Salute». Dalle 10 alle 12 un camper medico con a bordo il dermatologo Franco Musumeci e l’endocrinologo Mario Infante, effettueranno visite gratuite di prevenzione di due tra le principali patologie che maggiormente si sono riscontrate nell’area dei Picentini: tumore della pelle e della tiroide. L’appuntamento del 20 dicembre sarà solo il primo di lunga serie di iniziative di sensibilizzazione sul tema della riduzione dei rifiuti e sulle tecnologie alternative per lo smaltimento dei rifiuti.

TAG