CronacaCuriosità

In costiera amalfitana via i “buttadentro”: arriva l’ordinanza

RAVELLO. La figura dei “buttadentro” è molto conosciuta a chi frequenta località turistiche, come la costiera amalfitana. E accade che, spesso, tali persone infastidiscano la gente proponendo in maniera piuttosto insistente l’ingresso a bar, ristoranti o esercizi commerciali generici. A Ravello il sindaco Salvatore Di Martino ha deciso di intervenire.

Con una specifica ordinanza ha bandito su tutto il territorio comunale l’attività di procacciamento di clientela. E in caso di inosservanza, i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria fino ad un massimo di 500 euro.

Ordinanza contro i “buttadentro”

L’ordinanza vieta di «avvicinarsi o fermare persone e vetture per svolgere opera di raccomandazioni, anche con semplice cenno di invito di accostare». Così come offrire, al di fuori delle attività commerciali o di pubblico esercizio, dietro compenso diretto o indiretto, beni o servizi non richiesti.

Insomma, a Ravello, è vietato da qualche giorno «molestare o disturbare in qualsiasi altro modo la libera e tranquilla circolazione delle persone per le vie cittadine». Persino accompagnare i turisti presso esercizi pubblici o commerciali al fine di invitarli all’acquisto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button