Cronaca

Emanuele muore a 33 anni nella tragedia di Capri, era originario del Cilento | Da poco aveva saputo che sarebbe diventato papà

Incidente a Capri, l'autista morto era originario del Cilento. Dolore a Sapri per la scomparsa di Emanuele Melillo

Era originario del Cilento Emanuele Melillo, l’autista morto nell’incidente Capri. Il 33enne ha perso la vita nel tragico incidente avvenuto nella mattinata di ieri, giovedì 22 luglio, mentre era alla guida del minibus carico di turisti precipitato in una scarpata e finito su uno stabilimento balneare.

Incidente a Capri, l’autista morto era originario del Cilento: dolore per Emanuele Melillo

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano La Città, il 33enne residente a Napoli era particolarmente conosciuto a Sapri. Il padre è un noto avvocato della zona. Sposato, la moglie del giovane autista è incinta: il 33enne aveva saputo che sarebbe diventato papà a fine giugno.

Il minibus, dell’azienda Atc, era impegnato nel servizio di trasporto pubblico sull’isola ed è rimasto incastrato tra la scogliera e una struttura metallica, su un tratto di spiaggia libera, nei pressi del porto commerciale, non lontano da uno stabilimento balneare. Molta paura ma nessun ferito tra coloro che si trovavano sull’arenile, alcuni dei qual raccontano di essere intervenuti per confortare i feriti in attesa delle ambulanze.

Emanuele Melillo morto a Capri: il malore prima della caduta

Non si esclude l’ipotesi che Emanuele Melillo, il giovane autista morto Capri, possa aver avuto un malore. Lo ha ipotizzato il vicesindaco di Anacapri Francesco Cerrotta“L’autista potrebbe aver avuto un malore: al momento è solo un’ipotesi, ma escludo si sia trattata di una manovra azzardata perché il mezzo era in salita. Qualcuno avrebbe visto i medici soccorrere con un defibrillatore l’autista”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button