Cronaca

Coronavirus, l’odissea di un’infermiera di ritorno a Salerno da Capri: marito multato

Odissea per un infermiera dell’ospedale di Capri: la donna, dopo 24 ore di turno, ha rischiato di non tornare a casa dopo una multa di oltre 500 euro. Protagonista della vicenda è Rosaria De Nicola, infermiera da 14 anni al Capilupi dove ora presta servizio anche nella tenda allestita per i pazienti Covid-19. Il marito che stava andando a prendere la donna è stato multato.

L’odissea di un’infermiera di ritorno a Salerno da Capri

Rosaria De Nicola ha vissuto un vero e proprio calvario: la donna si era accordata col marito che avrebbe dovuto aspettarla al porto in modo da tornare a Lancusi, dove abitano. La polizia municipale, invece, blocca l’uomo a Castellammare di Stabia e lo multa per l’uscita non giustificata.
L’infermiera ha chiamato i vigili di Castellamare spiegando che non guida e non c’erano mezzi pubblici, oltre al fatto che il marito appartiene al nucleo familiare e può accompagnarla.  Telefonata vana, perché all’uomo vengono verbalizzate 533.33 euro di multa e dopo poco, Rosaria si trova sola nel porto di Sorrento.

«Alla fine sono riuscita a rincasare perché la Capitaneria di Porto di Sorrento mi ha riaccompagnato a casa, era Pasquetta e non c’era alcun mezzo, impossibile da praticare con treni o autobus e rende necessaria l’auto».

Articoli correlati

Back to top button