Cronaca

Ispezione nel canile di Sarno: denunciato il gestore

SARNO. Il deputato del M5s Paolo Bernini, in collaborazione con le associazioni Eital e Lav di Salerno, hanno effettuato un’ispezione nel canile rifugio di San Vito a Sarno.

Cani denutriti e affetti da patologie del comportamento; carcasse carbonizzate; cani che mangiano e dormono fra i loro escrementi; né assistenza sanitaria, né spazio aperto e né cibi sani: i cani vengono nutriti con pesce secco.

“A fronte dello spettacolo desolante, denunciato da anni dalle associazioni, abbiamo richiesto l’immediato intervento della Polizia.
A causa delle gravissime, inaccettabili ed evidenti condizioni di maltrattamento e di detenzione dei cani che anche le forze dell’ordine e il veterinario Asl, convocato immediatamente, hanno potuto constatare, abbiamo quindi denunciato il gestore della struttura convenzionata con i comuni della zona e abbiamo richiesto l’immediato sequestro”, ha così dichiarato Bernini che richiederà al ministro Lorenzin di intervenire con una task force per lavorare sul benessere degli animali.

“Ciò che appare come sempre sconcertante – continua Bernini – è che servano i blitz come il nostro per far emergere i gravi reati che si commettono quotidianamente sulla pelle degli animali.
Mi domando come sia possibile che sia consentito di operare alla luce del sole con queste modalità e con l’utilizzo di fondi pubblici.
È evidentemente inadeguato il sistema di controllo su queste strutture che utilizzano fondi pubblici e le azioni poste in essere da parte del Ministero della Salute per garantirne le condizioni di benessere degli animali”.

E conclude: “Un Paese che non è in grado di tutelare gli animali e i soldi dei cittadini utilizzati per la loro gestione, nel rispetto delle massime condizioni di benessere, è evidentemente un Paese incivile”.

Articoli correlati

Back to top button