Cronaca

Truffe, l’Africa nel cuore onlus: abiti donati vengono rivenduti

Alcuni degli abiti in vendita sulle bancarelle della provincia di Salerno erano, in realtà, abiti precedentemente donati e raccolti in maniera truffaldina da una onlus.

L’onlus operava collocando i classici cassoni per gli abiti da donare senza le necessarie autorizzazioni in tutta la Brianza, nella città di Milano e nelle province di Alessandria, Novara e Udine.

Le regioni colpite, oltre la Campania, anche Lombardia, Piemonte e Liguria.

Gli abiti donati finivano così sulle bancarelle dell’intera Campania, non solo su quelle della provincia di Salerno, e Tunisia: un trucco che, secondo quanto riporta L’Occhio di Avellino, trasformava dieci mila tonnellate di abiti in circa tre milioni di euro.

La magia dell’illecito non è durata e, alla “mezzanotte della verità”, sono finiti in carcere il presidente dell’onlus invischiata nell’illecita gestione degli abiti e il suo vice.

Ai domiciliari tre persone, la compagna del presidente, la sua segretaria e un collaboratore di origini tunisine. Obbligo di dimora ai sei stacanovisti che raccoglievano materialmente gli abiti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button