CronacaPolitica

Lettera minatoria a Cecilia Francese: ecco il contenuto

BATTIPAGLIA. Questa mattina, nel salotto comunale di Palazzo di Città, il neo sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, ha esordito informando tutti i presenti di aver ricevuto una lettera minatoria con un proiettile attaccato sopra.

Per ora, è stato reso noto che la missiva sarebbe stata inviata da Napoli il 27 giugno, ed è arrivata alle ore 9 al Comune con il plico dei giornali. C’era scritto “riservato, personale per il sindaco” e ha bypassato i controlli arrivando direttamente in ufficio. È stata aperta dall’ufficio stampa della Francese. Sono in corso le verifiche da parte dei carabinieri. Il Comune è blindato. Nel contenuto si fa un esplicito riferimento al compagno di Cecilia Francese, Gerardo Rosania. Un invito a non ripetere quanto fatto dall’ex sindaco di Eboli, passato alla storia per aver abbattuto numerose villette abusive. Inoltre, citiamo testualmente: «Le eroine possono passare alla storia anche per essere passate all’altro mondo»

Il contenuto integrale della lettera verrà divulgato nelle prossime ore. Intanto, il capitano dei Carabinieri di Battipaglia, Erich Fasolino ha commentato quanto accaduto: «Garantirò la presenza al Comune, più di quanto avremmo già fatto. Le indagini che faremo andranno oltre quello che ci compete. Arriveremo fino in fondo. Sia chiara una cosa, però: non voglio sminuire l’atto, è un fatto gravissimo, ma aspettiamo il regolare svolgimento delle indagini prima di creare inutili allarmismi. Il proiettile rinvenuto è di piccolo calibro. Non voglio sbilanciarmi, ma escludo che c’entri la camorra. Sono soliti utilizzare proiettili del tipo 9×21 o 2×38. Piena solidarietà al primo cittadino».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button