Cronaca

Scuola, protesta dei genitori al liceo De Sanctis di Salerno: ingressi unici e orari ridotti

A pochi giorni dal ritorno in classe degli studenti delle superiori, monta la protesta

A pochi giorni dal ritorno in classe degli studenti delle superiori, monta la protesta dei genitori al liceo De Sanctis di Salerno: gli ingressi in diverse fasce orarie hanno scontentato tutti, così come gli orari delle lezioni. In una lettera, le richieste del comitato genitori.

La protesta dei genitori al liceo De Sanctis di Salerno

Lunedì 1 febbraio anche gli studenti delle scuole superiori sono tornati alla normalità, ma sembra che siano i genitori a pagare il prezzo più alto. Le direttive regionali per il ritorno in presenza degli alunni degli istituti superiori, infatti, prevedono classi riempite al 50% e ingressi scaglionati in base a diverse fasce orarie. Tutto bene, ma solo solla carta, perchè per i genitori questo “piano geniale” è già fallito.

Le richieste dei genitori

In un documento rivolto alla direzione dell’istituto, infatti, il comitato genitori del De Sanctis di Salerno, ha definito il nuovo orario “un disastro”. Le nuove regole anti covid, prevedono infatti un ingresso in due fasce orarie: ore 8.00 classi prime, seconde e terze, ore 9.30/10.00 classi quarte e quinti, con conseguente differenziazione delle uscite.

I trasporti pubblici

Per quanto rigurarda i trasporti, il potenziamento delle corse c’è stato ma, si legge ancora nel documento, unicamente per i mezzi di trasporto su gomma, penalizzando i pendolari che usufruiscono di altri mezzi di trasporto. Questo cambiamento ha consentito di viaggiare in sicurezza, ma nella seconda fascia nulla è cambiato, specialmente per gli studenti che arrivano dagli altri Comuni.

Le richieste dei gentori

I genitori lamentano, inoltre, il caos che si viene a creare quando si è in presenza di figli iscritti in istituti diversi. I genitori chiedono, dunque, che si ritorni ad un ingresso con un unico orario per tutti, dal momento che la presenza degli studenti, così come richiesta dalla Regione, sarebbe del 50%. La struttura dell’istituto inoltre, è dotata di ampi spazi esterni, che non favoriscono pericolosi assembramenti.

Percorsi distinti

Un ingresso unico per tutti sarebbe anche facilitato dalla presenza di 3 distinti ingressi, che prevedono, a loro volta, 3 differenti percorsi. I genitori chiedono, inoltre, che le ore di lezione siano inferiori al 60 minuti, così come previsto per la didattica a distanza.

Articoli correlati

Back to top button