Musica

L’Occhio intervista Drum

Tornano le interviste de L’Occhio di Salerno e Provincia dedicate ai giovani artisti dello scenario musicale salernitano. Protagonista di quest’ultimo appuntamento è il rapper Domenico Carratù aka DRUM di Mercato San Severino:

Come nasce il progetto DRUM?
Il progetto ” DRUM ” ha origine 4 anni fa, dopo aver frequentato a lungo diversi studi di registrazione campani, quando il rap ancora non era così di moda. Mi appassionai presto al mondo dell’hip hop: era qualcosa che faceva parte di me e che poteva essere una bella valvola di sfogo. Il nome sta a significare la passione per la batteria (DRUM in inglese) e (un po’ per gioco) è un riferimento alla classica persona che per distogliersi dal mondo fuma un semplice “DRUMMINO”, ossia una sigaretta di tabacco.

Hai pubblicato un album o un ep?
Grazie alla grinta e la forza di esprimermi in rime, ho inciso i primi singoli che sono racchiusi all’interno del mio progetto di debutto: “INFAMIA EP”, che include collaborazioni con diversi artisti locali . Il lavoro è stato curato dallo studio “PERIFERICA KONNECTION” nei minimi dettagli come se ogni traccia fosse immaginata come un singolo di punta.

Mi racconti come è nato il tuo primo singolo?
Il mio primo singolo è lo specchio di un periodo molto buio per la mia famiglia, di fatto ha come tematica portante il concetto della disperazione. Quasi per caso iniziai a scrivere le prime righe del testo. Poi mi ritrovai con due strofe e un ritornello che già suonava in mente, ma che non riuscivo a concretizzare. Mi affidai , quindi , alla voce di Marianna Manzi , sorella di un caro amico, che in poco tempo arrangiò il pezzo e decise di registrarlo.

Progetti futuri in cantiere?
Questo primo progetto è stato solo un punto di partenza, dal momento che subito dopo mi sono concentrato sulla produzione di altri brani più strutturati, che andranno a comporre il prossimo disco in uscita per fine giugno intitolato “CATACLISMA”. Questo lavoro rappresenta una rivoluzione personale e musicale in quanto vedrà la collaborazioni di artisti del calibro di: PESTE , GHEPO , VISIONI DISTORTE , FABIO FARTI e onora tanti altri rapper (TONICO , MORFUCO , TERZA CLASSE , PATTO , MSS CREW). “CATACLISMA” verrà proposto prima in free download su CAMPANIA STYLE, un portale di musica rap, poi successivamente anche dal vivo in molte location (non solo in Campania). Sarà un bel seguito dopo le 50 date live del 2014 in giro per la regione campana.

Il tuo punto di forza?

Il mio punto di forza sono proprio i live: trasmettere emozioni , veder saltare le persone e/o canticchiare le proprie canzoni è pur sempre una grande soddisfazione e con i miei beat so come dar vita a tutto questo. La presenza fondamentale nei beat è quella della batteria che io utilizzo quasi sempre . Il mio punto di forza secondario potrebbero diventare la stesura dei testi, ma solo quando avrò sviluppato una certa dimestichezza e una certa esperienza.

Il concerto che ricordi con più piacere?
Il concerto che ricordo con più piacere è stato quello del 9 Maggio 2014 a Sala Consilina quando insieme a Marianna Manzi , FrankMC e Rocka aprimmo il concerto di Enzo Avitabile ed i Bottari. In quell’occasione molti ragazzi si interessarono a noi, chiedendoci da dove venivamo, chi fossimo e varie curiosità su nostro conto. In quel caso siamo stati anche protagonisti di diverse interviste.

Articoli correlati

Back to top button