Mare nero a Salerno, emergenza a Santa Teresa e Lungomare Trieste: i controlli

mare-nero-salerno-santa-teresa-lungomare-trieste

Sabato l'Arpac e la Guardia Costiera di Salerno sono intervenuti sulla spiaggia di Santa Teresa per effettuare controlli in merito al mare nero

Sabato l’Arpac e la Guardia Costiera di Salerno sono intervenuti sulla spiaggia di Santa Teresa per effettuare controlli, rilievi e documentare con materiale fotografico in merito al caso del mare nero che sta facendo discutere in questi ultimi giorni.

Mare nero a Salerno ormai è allarme

Dopo aver appurato quanto stava accadendo, l’assessore all’ambiente del Comune di Salerno Angelo Caramanno si era subito attivato, allertando gli uffici competenti, tra cui l’Arpac, per fare chiarezza e capire la causa che ha reso l’acqua di questo colore. Allo stesso modo, anche il consigliere di Salerno di Tutti Gianpaolo Lambiase aveva inviato una documentazione alla Guardia Costiera per verificare l’essenza della sostanza.

I risultati nei prossimi giorni

Le prime idee e i primi ragionamenti in merito avevano subito portato a non escludere che si potesse trattare di carburante perso o sversato dalle navi in transito ma ora, con gli accertamenti portati avanti dagli organi competenti, si potranno avere nei prossimi giorni delle informazioni più chiare in merito. L’intervento sulla spiaggia è avvenuto nel pomeriggio di sabato, dove l’acqua risultava ancora nello stesso stato rispetto alle segnalazioni lanciate circa 24 ore prima, segno che ci sia qualcosa che ormai stagna all’interno dello specchio di mare e che ha attirato anche curiosi intenti a scattare un «ricordo fotografico».

TAG