Nicola Landolfi nel Consorzio Asi: un altro incarico da De Luca

Un incarico che durerà cinque anni.

Un altro incarico da Vincenzo De Luca per Nicola Landolfi. Il segretario provinciale uscente del Partito Democratico ha ottenuto dal governatore regionale una poltrona nel Consorzio Asi. Un incarico che durerà cinque anni e che vedrà Landolfi rappresentare la Regione Campania. Dovrebbe incassare 2.736,16 euro al mese.

Il presidente, Antonio Visconti, percepisce 4.560,33 euro al mese.

Il segretario provinciale del Pd ha già annunciato di non volersi ricandidare alla guida del partito.


Chi è Nicola Landolfi

Nicola Landolfi, classe 1979, è sposato ed ha un figlio. Diplomato al “Severi” di Salerno, ha studiato Giurisprudenza all’Università di Salerno, senza tuttavia ancora laurearsi.

Si è fatto sin da giovanissimo per il suo impegno politico. A livello professionale, è stato redattore per due anni a Radio Bussola 24, ha collaborato con varie testate giornalistiche ed ha svolto collaborazioni di poca durata con aziende che operano in risorse idriche e depurazione. Non ha mai lavorato, almeno stando a quanto risulta dal suo curriculum, per più di due anni in un’azienda.

A livello politico, invece, Landolfi è stato segretario della sezione di Pastena del Pds ed ha fatto parte della direzione provinciale  di quel partito. All’atto di nascita dei Ds è entrato a far parte anche della direzione regionale del partito.

Sempre delegato ai congressi nazionali, nel 1997  è stato candidato alle elezioni comunali nella lista dei Progressisti, superando le 1200 preferenze personali, al sostegno della candidatura a sindaco di Vincenzo De Luca. È’ stato eletto in Consiglio Comunale a Salerno per tre volte.

Riconfermato consigliere, sempre tra i più votati, alle amministrative del 2001 e, poi, a quelle del 2006, ha svolto la funzione di capogruppo della maggioranza dal 2002 al 2010.

Tanti gli incarichi politici ottenuti

 

Come si legge dal sito del Pd di Salerno, Landolfi è presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ato Sele nei primi anni 2000. Ha fatto parte, prima, del consiglio generale, poi del Direttivo dell’Asi, del direttivo nazionale della Lega delle Autonomie Locali.

Nell’estate del 2010 è stato eletto Segretario del Partito Democratico, ruolo che riveste anche a seguito del congresso 2013, con l’85% dei consensi. Non ha avuto molta fortuna nel 2016, quando ha ottenuto circa 200 voti come candidato consigliere comunale a Battipaglia, sostenendo il candidato sindaco Enrico Lanaro e, al ballottaggio (ma, secondo alcuni, anche prima), il candidato sindaco Gerardo Motta, poi sconfitto.

Entrato in rotta di collisione con varie segreterie locali del Pd in provincia di Salerno, Landolfi è stato coinvolto nello scandalo delle cosiddette “tessere false” del Pd a Battipaglia.

Dopo essere stato amministratore unico di Salerno Energia, per Landolfi si apriranno le porte del Consorzio Asi.

 

TAG