Novi Velia, la sindaca Ricchiuti attende il commissariamento: «sempre stata corretta»

piano assestamento forestale

Erano stati sette i voti contrari al bilancio (solo quattro favorevoli): Guzzo, Ricchiuto, D’Ippolito, Tortorella, De Vita, Speranza e Guida.

NOVI VELIA. «Sono sempre stata corretta, non ho nulla da rimproverarmi. Mi rimetto alle decisioni del prefetto di Salerno».

Maria Ricchiuti, sindaca del Comune di Novi Velia, attende le decisioni che giungeranno dalla Prefettura dopo che, ieri pomeriggio, il consiglio comunale ha votato contro il bilancio consuntivo.

Erano stati sette i voti contrari al bilancio (solo quattro favorevoli): Guzzo, Ricchiuto, D’Ippolito, Tortorella, De Vita, Speranza e Guida.

«Io resto con la schiena dritta e a testa alta – continua la sindaca (e consigliera regionale) – non cedo a ricatti e condizionamenti, vado avanti per la mia strada. La scelta è in mano alla Prefettura, che dovrebbe determinarsi con lo scioglimento automatico del consiglio comunale oppure con una diffida. Quest’ultimo è il caso più frequente.

Ad oggi, sono ancora sindaca di Novi Velia. C’è chi pensa che io sia già ex sindaca? Sicuramente un giorno lo sarò, come tutti, a scadenza del mandato. Ma non ho problemi a chiudere questa esperienza oggi, tra una settimana o tra un anno.

Vivo tutto in modo molto sereno».

Entro venti giorni, in caso di diffida dalla Prefettura, la sindaca Ricchiuti dovrebbe convocare nuovamente il consiglio per chiedere di approvare il rendiconto. In caso contrario, il commissariamento non sarebbe più evitabile.


Leggi:

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/terremoto-politico-novi-velia-cade-la-sindaca-ricchiuti/


TAG