Cronaca

Omicidio Baronissi: a soccorrere la vittima sono stati il figlio e la moglie

A soccorrere Biagio Capacchione sono stati il figlio e la moglie. Ieri mattina, il figlio lo aspettava davanti casa, in via Berlinguer, quando ha sentito i colpi di fucile.

Omicidio Baronissi: a soccorrere la vittima il figlio e la madre

Il figlio, Andrea, aspettava Biagio Capacchione davanti casa quando ha sentito dei colpi di fucile. Immediatamente si è precipitato in corsa verso la casa della nonna. Svoltando l’angolo in via Trinità, ha visto arrivare barcollante il padre. Sono riusciti ad arrivare davanti l’uscio per chiedere aiuto, poi l’imprenditore si è accasciato a terra. Il figlio ha iniziato ad urlare e chiedere aiuto ed ha allertato immediatamente i sanitari del 118. In tanti sono accorsi spaventati dalle urla. Come riporta anche La Città, la moglie era così spaventata che cercava di proteggere il marito riscaldandolo con una coperta.

L’imprenditore era cosciente tanto che è stato lui a riferire il nome di chi lo aveva barbaramente colpito. I rapporti tra Capacchione e Vincenzo Magliacano si erano incrinati circa 5 anni fa. Magliacano, che ha un’officina nella zona industriale di Sava, riparò senza compenso delle ambulanze di un’associazione locale, ma riteneva che l’amico Capacchione avesse diffuso l’indiscrezione su una sua presunta retribuzione. Di qui i litigi.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto