Cronaca

Omicidio delle Fornelle, minacce al giudice

SALERNO. Delitto delle Fornelle, prima udienza “da rivedere”: la tensione è stata altissima ed il tutto è culminato in una minaccia al giudice. 

L’imputato Luca Gentile è stato condotto in tribunale accusato di omicidio con concorso morale di Daniela Tura De Marco. Dopo una fitta rete di messaggi scambiatisi, Gentile avrebbe assassinato il padre di lei, Eugenio Tura De Marco. 

Il suddetto, in tribunale, ha continuato ad avvalorare l’ipotesi della legittima difesa, via definita poco percorribile, però, dal pubblico ministero Elena Guarino.

«I trent’anni me li faccio addosso a te» è la frase poco cordiale che l’imputato avrebbe rivolto al magistrato quando quest’ultima ha invitato le parti ad allontanarsi e a fare silenzio in corridoio.

Il processo per l’omicidio delle Fornelle, prosegue La Città, tornerà in aula tra una settimana e, con molta probabilità, l’evolversi delle vicende giudiziarie porterà le parti a comparire in Corte d’Assise. 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button