Cronaca

Pagani, la lettera di un soldato prigioniero arriva ai nipoti dopo 75 anni

Pagani, la lettera di un soldato prigioniero arriva ai nipoti dopo 75 anni. La storia riguarda la famiglia Perfetto. Ecco i particolari.

Lettera di un soldato arriva a Pagani dopo 75 anni

Una storia incredibile quella verificatasi a Pagani, dove la lettera di un soldato prigioniero è arrivato ai nipoti dopo ben 75 anni. Come riporta “Il Mattino” a firma di Davide Speranza, si tratta di Pietro Perfetto, il quale era stato catturato negli anni della Seconda Guerra Mondiale per combattere in Egitto.

Era originario d Pagani e dopo essere stato liberato nel 1947, inviò una lettera alla famiglia per far sapere loro che stava bene. Quella missiva però non arrivò mai a destinazione e soltanto oggi è arrivata alla nipote Teresa Perfetto, grazie soprattutto alle ricerche del marito di quest’ultima, Marcello Sforza.  Stando sempre a “Il Mattino”, la lettera è stata per anni conservata nel campo di prigionia.

Foto tratta dal profilo Facebook di Marcello Sforza

Articoli correlati

Back to top button