Cronaca

Raid all’ospedale di Sarno, pestati infermiere e autista del 118

SARNO. Picchiano autista e infermiere perché convinti di aver chiamato l’ambulanza per segnalare il malore di un proprio familiare. Episodio choc all’ospedale “Martiri del Villa Malta” di Sarno, dove all’alba di ieri, intorno alle 5, quattro uomini hanno fatto irruzione nella sede del 118 del presidio ospedaliero della città dell’Agro.

Gli aggressori convinti di aver chiamato l’ambulanza

Dopo aver contestato il mancato intervento del personale medico, hanno quindi deciso di passare alle vie di fatto. Ad avere la peggio è stato un infermiere 25enne, preso a pugni e ridotto a una maschera di sangue. Aggredito fisicamente anche l’autista 40enne dell’ambulanza che, secondo la tesi dei violenti, non sarebbe mai giunta. “Risparmiata”, invece, una dottoressa.

Dopo alcuni interminabili minuti, i quattro hanno lasciato la sede del 118 danneggiando anche la porta d’ingresso della struttura. Immediato l’intervento degli agenti del commissariato di Sarno, diretto dal vice questore aggiunto Antonio Capaldo, che ora sono al lavoro per identificare gli aggressori. Al vaglio, ci sono le immagini delle telecamere presenti in zona, che avrebbero immortalato l’arrivo e la fuga dei quattro in sella a degli scooter.

Le persone aggredite hanno raccontato ai poliziotti di essere state picchiate perché, a detta dei violenti, l’ambulanza non era giunta nonostante la chiamata all’ospedale di Sarno. Telefonata mai arrivata al presidio ospedaliero del “Martiri del Villa Malta” e che, probabilmente, non sarebbe mai stata effettuata nemmeno alla centrale operativa regionale del 118. Medicati al Pronto soccorso, infermiere e autista pestati se la caveranno con qualche giorno di riposo assoluto.

Articoli correlati

Back to top button