Salernitana, i convocati per il derby. Torrente: "Debutteranno tre dei sei nuovi acquisti. Vogliamo partire con il piede giusto"

Le dichiarazioni e i convocati di Vincenzo Torrente alla vigilia del match tra Avellino e Salernitana

Al termine della seduta di rifinitura di questa mattina il mister Vincenzo Torrente ha diramato la lista dei convocati per la gara in programma domani tra Avellino e Salernitana. Saranno del match tutti i nuovi acquisti. Tuia ritorna ad assaggiare la vigilia di un match dopo più di cinque mesi dall’ultima volta. Indisponibili gli squalificati Rossi e Pestrin (c’è anche Sciaudone ma è uno dei quattro “fuori rosa”) e gli infortunati Bernardini, Schiavi e Nalini.

PORTIERI: Ronchi, Strakosha, Terracciano;
DIFENSORI: Bagadur, Ceccarelli, Colombo, Empereur, Franco, Prce, Trevisan, Tuia;
CENTROCAMPISTI: Bovo, Moro, Ronaldo, Odjer, Zito;
ATTACCANTI: Coda, Donnarumma, Gabionetta, Oikonomidis.

Queste le dichiarazioni del tecnico costiero rilasciate al sito ufficiale della Salernitana: “Iniziamo domani il girone di ritorno con una partita di cartello molto importante, una gara che come tutti i derby si carica da sola. Sono arrivati giocatori nuovi, tutti ragazzi di qualità che hanno tanta voglia di far bene ma che avranno bisogno di un po’ di tempo per inserirsi e trovare la forma migliore. In ogni caso sono certo che le motivazioni della partita di domani potranno superare anche eventuali limiti di condizioni”.

Sui nuovi acquisti: “I nuovi arrivati sono tutti molto vogliosi di far bene, ho avuto modo di allenarli soltanto questa settimana e avrò bisogno di tempo per conoscerli meglio e capirne il miglior utilizzo anche da un punto di vista tattico. Oikonomidis e Prce avevo già avuto modo di vederli: il primo può giocare sia da esterno che in un attacco a tre o come seconda punta, molto bravo nell’uno contro uno; Prece invece è un centrale di sinistra che può giocare sia in una difesa a quattro che a tre e all’occorrenza potrebbe fare anche il terzino. Bagadur è molto forte fisicamente, bravo di testa e abile a farsi spazio. I più grandi avevo invece già avuto modo di conoscerli e anche loro sono giocatori molto duttili tatticamente: Zito può fare sia la mezzala che l’esterno, Ceccarelli può giocare sia da esterno che da centrale dei tre mentre Ronaldo potrebbe ricoprire sia il ruolo di centrocampista centrale sia agire da mezzala”.

Sull’undici che andrà in campo domani: “Tre dei nuovi arrivi, i più esperti, potrebbero partire dall’inizio. Questa è una partita in cui serve anche esperienza e carica agonistica ma sto facendo ancora alcune valutazioni, soprattutto in base alla loro condizione. Tuia torna tra i convocati ma non è ancora nelle condizioni di poter essere utilizzato: volevo fargli tornare ad assaporare il clima del ritiro insieme alla squadra e premiarlo per questi mesi in cui ha lavorato da solo per recuperare”.

Sulla formazione allenata da Tesser: “La posizione di classifica dell’Avellino rispecchia i loro valori e gli obiettivi che la Società irpina si è data a inizio stagione. Quella di Tesser è una squadra completa, costruita per riconfermarsi per i play-off, che ha trovato delle difficoltà all’inizio ma che ha saputo superarle recuperando anche un giocatore importante come Castaldo. Vorranno riscattare la gara dell’andata mentre noi vogliamo iniziare con il piede giusto il girone di ritorno e regalare una gioia ai nostri tifosi”.

Torrente ha quindi concluso: “Mi auguro che come successo per la partita di andata anche quella di domani sia uno spot per il calcio. Che sia una festa per lo sport e per i tifosi, ci siano pure i sani sfottò ma che tutto rimanga nei limiti del rispetto e della correttezza”.

TAG