Cronaca

Salerno, anziano chiuso in casa: era in semicoscienza

SALERNO. Un anziano rimasto chiuso in casa in stato di semicoscienza è stato salvato dagli agenti della polizia municipale di Salerno in mattinata.

È successo poco dopo le 9 quando i vigili sono intervenuti in via Max Casaburi perché allertati da una infermiera.

Il signor G.G., infatti, non apriva la porta nonostante il bussare incessante della donna.

L’infermiera era, dunque, stata particolarmente allarmata a causa del silenzio dell’anziano e della consapevolezza dei seri problemi di salute dell’uomo.

La polizia municipale è, così, prontamente intervenuta ed ha avvertito il 118 ed i vigili del fuoco.

Subito, secondo quanto riporta Salernonotizie, è stata rintracciata la figlia di G.G. ed è stata proprio lei, una volta arrivata sul posto, a permettere ai soccorritori di entrare.

Nel frattempo alcuni agenti della municipale erano già riusciti ad accedere all’abitazione passando dalla traversa Naddeo, utilizzando una scala e sfruttando il fatto che l’appartamento fosse ubicato al primo piano.

L’uomo è stato trovato disteso sul letto in condizioni di semincoscienza; per cui è stato immediatamente trasportato all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno.

Articoli correlati

Back to top button