Cronaca

Salerno, morì mentre lavorava al porto: 9 persone nei guai

SALERNO. Una serie di imperizia e una scarsa formazione alla base dell’incidente costato la vita al 34enne Lino Trezza. Morì dissanguato a seguito della recisione dell’arteria femorale. Per quel decesso avvenuto all’interno dello scalo portuale di Salerno nel novembre del 2016, il sostituto procuratore Roberto Penna ha notificato l’avviso di conclusione indagini a nove persone.

Salerno, morì mentre lavorava al porto: 9 persone nei guai

Nel registro degli indagati sono finiti i rappresentanti della Grimaldi Deep Sea spa; il presidente della Cooperativa unica lavoratori porto (Culp) ; il legale rappresentante della Sca – “Salerno Continentale terminal spa”, il comandande della motonave “Repubblica Argentina” (di proprietà della Grimaldi Deep Sea spa).

Il primo e il terzo ufficiale di coperta e l’addetto alla collocazione e posizionamento dei container. L’avviso di conclusione indagine è giunto al termine di una serie di perizie che il magistrato titolare del fascicolo ha disposto sia sul mezzo meccanico che sull’area portuale in cui si muoveva Lino Trezza a bordo del muletto.

Ora per gli indagati ci sono venti giorni di tempo prima di decidere sul possibile processo aloro carico.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button